QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°34° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 22 agosto 2019

Politica giovedì 24 aprile 2014 ore 13:45

Macelloni, il “candidato di servizio” per PeccioliFutura

Da sinistra: Azzurra Mancini, Renzo Macelloni, Silvano Crecchi

Già consegnate le dimissioni da Belvedere e Fondi Rustici. Mancini probabile numero due della lista sostenuta dal Pd



PECCIOLI — Sarà una candidatura di servizio quella di Renzo Macelloni, anche se al diretto interessato non piace molto il termine, per testimoniare quanto i progetti in ballo siano importanti e ora più che mai servano posizioni chiare e scelte decise. Questa la filosofia alla base della decisione della lista Peccioli Futura e del presidente della Belvedere ormai neo candidato sindaco del gruppo, comunicata stamattina in modo ufficiale con una conferenza stampa nella sede del Pd pecciolese dopo il fallimento del dialogo con la lista Progetto Comune.

“Emotivamente – ha spiegato Macelloni – ho avuto diverse resistenze. Ormai davo per conclusa la mia esperienza nell’amministrazione locale, ma sembra che il mio destino sia legato a questo territorio e oggi, per il senso di responsabilità verso progetti importanti e per la salvaguardia del ruolo che il Comune di Peccioli si è guadagnato nel tempo, ho deciso di accettare la richiesta fatta dal gruppo. Nonostante le titubanze prima della scelta – ha poi precisato Macelloni – dal momento in cui accetto la candidatura, lo faccio con entusiasmo e se i cittadini vorranno darmi fiducia, troveranno un sindaco con molta voglia di far crescere il comune e di guidare al meglio la comunità”.

L’accettazione di questa candidatura però, ha costretto Macelloni ad abbandonare altri ruoli altrettanto importanti. Primo fra tutti quello di presidente della Belvedere Spa, ma anche quello nel progetto Fondi Rustici, per i quali il neo candidato ha già presentato le sue dimissioni. “Voglio e devo poter affrontare una campagna elettorale libero da queste due cariche – ha detto Macelloni – chi vince poi, gestirà tutta la partita. Adesso ci sarà un passaggio tecnico per dare continuità ai progetti e al tempo stesso garanzia e sicurezza”.

Forte il rammarico per non essere riusciti ad avere un confronto con la lista Progetto Comune, come sollecitato nelle settimane scorse anche dal segretario provinciale Pd Francesco Nocchi che auspicava la fine di una contrapposizione vecchia di anni e basata più sulle persone che non sulle ideologie. “Da almeno due anni – ha commentato Macelloni – sia io che Silvano abbiamo compiuto atti distensivi nei loro confronti, senza però ricevere nulla in cambio. Evidentemente un accordo non può essere possibile perché ruoli e cariche sono già stati spartiti”. Dispiacere condiviso anche dal sindaco uscente Silvano Crecchi che ha detto: “La mancanza di dialogo è stata ancor più deludente dopo l’esperienza del periodo del referendum per la fusione che aveva dimostrato le somiglianze politiche e culturali dei due gruppi. Adesso – ha aggiunto Crecchi – gli altri dovranno preoccuparsi dei loro progetti più che di attaccare le persone, dovranno prendere posizioni nette perché quella di Renzo è una candidatura chiara e senza reti, sostenuta da un gruppo che si presenta con la sola forza dei progetti”.

All’ultimo tuffo, nella serata di oggi (giovedì 24 aprile), verrà presentata anche la lista dei 12 candidati consiglieri. “Sarà un gruppo che garantirà una grande rappresentanza del territorio – ha anticipato Macelloni – fatto di nuove energie e nuovi volti, ma anche frutto di ciò che di positivo è stato fatto in questi anni”. Un posto di rilievo lo avrà quasi sicuramente anche Azzurra Mancini, segretario del Pd pecciolese che inizialmente era stata presentata come candidato sindaco di Peccioli Futura ma che poi ha fatto marcia indietro per tentare il dialogo con l’opposizione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca