Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:51 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Sport martedì 06 aprile 2021 ore 18:08

"Mandate il Pontedera ai Mondiali"

La maglietta celebrativa dell'evento con i titoli dei giornali

Il 6 aprile 1994 i granata, chiamati in amichevole a Coverciano per allenare la Nazionale, vinsero la partita. E fu gloria per la città



PONTEDERA — La domenica dopo la vittoria sulla Nazionale, il Pontedera andò a giocare in trasferta e chi scrive era con la squadra come giornalista. Ebbene, quando si sparse la voce che in quel ristorante, e poi a passeggiare per la strada, c'era il Pontedera in attesa della partita, tante gente batteva pacche di gioia sulle spalle di mister d'Arrigo e su quelle dei giocatori, a cominciare dal valderese Matteo Rossi e di Alfredo Aglietti.

Fu un 2 a 1 che fece scoppiare l'Italia di gratitudine. Non tanto e non solo per la vittoria del Pontedera quanto per una certa situazione negativa che si stava creando nei confronti dell'Italia di Arrigo Sacchi, che però sarebbe arrivata seconda ai mondiali con i calci di rigore, ma che in quel momento non piaceva.

I titoli dei giornali si sprecavano: "mandiamo il Pontedera ai mondiali, la lezione D'Arrigo (il mister granata) Italia battuta dal Pontedera dei miracoli, ubriachi di gioia, azzurri che lezione dal Pontedera"... E così via. Quell'anno fu un grande anno per il calcio pontederese. Gradinate e tribuna sempre pieni, fuochi d'artificio, grande festa con cena in piazza Cavour e così via.

La partita era durata sette minuti più del dovuto nel tentativo da parte di Collina, l'arbitro più famoso di quei tempi, e Sacchi, il mister che poi si ritirò, comunque due grandi nomi, di arrivare quantomeno al pareggio. Ma non riuscirono.
Quell'anno il Pontedera riuscì anche a giocare un'amichevole con la Juventus, ( tramite la Piaggio, col suo presidente ), che vinse 2 a 1 ma con qualche spintarella ai bianconeri. Era il 6 aprile 1994, una grande data per il piccolo Pontedera che in quell'anno andò in serie C (anche se ci restò un anno solo).

Chi scrive, come molti pontederesi, ha ancora in casa la maglietta, con tutti i titoli dei giornali, venduta alla festa in piazza.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca