Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:43 METEO:PONTEDERA17°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità giovedì 09 aprile 2015 ore 16:35

"Provocazione inutile e che istiga all'odio"

L'ex sindaco Marconcini critica l'iniziativa di Alessandro Tantussi, in programma venerdì e sabato in piazza della solidarietà contro i parcheggiatori



PONTEDERA — Il presidente di Geofor ed ex sindaco di Pontedera Paolo Marconcini, interviene sulla manifestazione organizzata da Alessandro Tantussi in piazza della solidarietà e in programma venerdì 10 e sabato 11 aprile: "Cosa ci sia di civile nella contro manifestazione di Piazza della Solidarietà non si capisce: apolitica poi e senza bandiere? Ma se vi ha aderito quasi tutto lo schieramento di destra!

Per protestare contro i parcheggiatori abusivi di colore si fa appello a cittadini italiani bianchi di trasformarsi in "vu cumprà". Per far loro concorrenza? Per il diritto alla legalità? E da quando in qua per segnalare un'azione illegale si ritiene lecito commetterne una identica illegale? Sarebbe come se per protestare contro i furti nelle abitazioni si mettessero in atto furti dimostrativi, magari sotto gli occhi delle forze dell'ordine, ritenute inadeguate... Cosa ne pensano Polizia e Carabinieri? Mi meraviglia che possano autorizzare questa specie di "manifestazione". Il fatto che si sia in un paese libero non autorizza tutti a fare qualunque cosa credano, specie una pericolosa scemenza come questa.

A me pare infatti una cosa ridicola, una provocazione inutile e perfino potenzialmente fomentatrice di disordine e anche di istigazione all'odio razziale. Lo si fa dovunque ci siano parcheggiatori abusivi in Italia? Magari bianchi? Non mi risulta.

La strada non è quella. Le forze dell'ordine e il Comune intervengano per allontanare i parcheggiatori abusivi e, semmai, dato che a nessun uomo dotato di comprensione e di buon senso sfugge il tema della povertà dei ceti più umili, le comunità degli immigrati sappiano arginare anche loro questo problema e quell'eccessiva presenza sulle nostre piazze dei loro connazionali. Lavoro e vita dignitosa è quello che si deve ricercare, pur in questa fase di grave difficoltà economica per molti, e non l'abusivismo. Un confronto veramente civile, un dialogo deve essere proseguito o riaperto. Piazza della Solidarietà non si chiama così a caso".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fissati i funerali del tecnico forcolese, tra le vittime dell'esplosione della centrale idroelettrica. Nel giorno delle esequie sarà lutto cittadino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Attualità