QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità domenica 17 novembre 2019 ore 11:00

Case a Pontedera, il mercato tiene

Pontedera (foto di Piero Frassi)
Pontedera (foto di Piero Frassi)

Un'analisi dei costi al metro quadro delle case nella città della Vespa. In alcune zone si toccano i tremila euro, in altre si va sotto i mille euro



PONTEDERA — Dopo la crisi iniziata tra il 2007 e il 2008 anche a Pontedera il mercato immobiliare ha registrato una diminuzione dei prezzi e sull'andamento delle vendite (e degli affitti) delle case nella città della Vespa abbiamo allora raccolto dati online e le opinioni di due agenti immobiliari locali.

Quello che emerge è che il comune di Pontedera, di fatto, non ha una propria realtà definita di prezzi medi al metro quadro. Infatti secondo l'agente immobiliare Francesco Baccini "Pontedera è divisa in zone e microzone" ma spesso, ha precisato Fabio Citi, l'altro agente immobiliare che abbiamo interpellato."la differenza di prezzo non la fa la zona, ma l'oggetto, la casa

Dai dati esaminati i prezzi medi variano dai 3.000 euro al metro quadro per case indipendenti in classe A fino a meno di mille euro per appartamenti in zona stazione e villaggi. In queste ultime zone non è difficile trovare case con metrature pari o superiori ai cento metri quadri e che costano meno di centomila euro

Infatti, pur non essendoci zone estremamente definite, ci sono tre aree nelle quali i prezzi sono più bassi e sono appunto il quartiere stazione e i due villaggi, Piaggio e Gramsci.

Il quartiere stazione

Nelle parti della città dove le case costano di più si parte da 2.000 euro al metro quadro. Si può salire, a seconda dell'esclusività della proprietà e della classe energetica. Queste zone sono: Bellaria, via De Nicola e traverse limitrofe, le abitazioni nella zona del vecchio stadio Marconcini, le abitazioni nella zona oltre il villaggio scolastico e verso il parco dei Salici, la nuova zona residenziale di via del Bercino, sopra La Rotta.

La Toscoromagnola (foto di Piero Frassi)

Per quanto riguarda le frazioni quella più a buon mercato è proprio La Rotta, con case vecchie e molte case popolari. Più care sono La Borra, Santa Lucia e Romito. I prezzi si mantengono alti anche ai Fabbri, dove ci sono nuove costruzioni. Il borgo di Montecastello è molto particolare e ricercato da chi vuole la tranquillità del paesino ma anche la vicinanza ai servizi.

Montecastello (foto di Piero Frassi)

Ne Centro Storico di Pontedera le case mantengono invece costi medi, a seconda della qualità dell'abitazione stessa e non registrano picchi in alto o in basso.

Il piazzone (foto di Piero Frassi) 

Il mercato immobiliare rispetto a 10-15 anni fa è molto cambiato e lo confermano anche gli agenti: "Oggi bisogna essere accorti nel comprare. Prima se compravi e vendevi un anno dopo ci guadagnavi quasi sicuramente, perché il prezzo cresceva" dice Baccini.

"Sì, oggi puoi guadagnare solo se compri a un prezzo competitivo, ci vuole attenzione per fare il cosiddetto passo" aggiunge Citi, che è proprietario di un'agenzia immobiliare in centro.

In questa fase emergono però anche aspetti positivi: "Da due anni c'è una bella ripresa, a causa della combinazione tra prezzi bassi e nuove concessioni di mutui. La gente sta tornando a comprare. Il mercato - ha aggiunto Baccini, titolare di un'agenzia in zona stazione - si sta riprendendo e si sta vendendo, non certo come prima, quando qualsiasi muratore diventava un impresario, ma comunque qualcosa si muove".

"Una cosa rimasta costante a Pontedera negli anni, anche durante la crisi, sono gli affitti, - ha detto ancora Baccini - rimasti invariati a livello di numeri e solo un po' calati per il costo".

Un piccolo focus lo merita il quartiere stazione, la zona più delicata della città. Baccini: "Speriamo molto nella riqualificazione annunciata da Franconi in campagna elettorale". Il primo passo, lo spostamento della polizia municipale, è già stato messo a bilancio.

Secondo l'agente immobiliare, tuttavia, l'aspetto vitale affinché la situazione migliori è un altro: "Secondo me si deve fare una riflessione sulla qualità delle case dei privati e i costi degli affitti: troppo alti. Ci sono situazioni scadenti con affitti altissimi". Baccini si riferisce all'annoso problema di case in situazioni di degrado e abitate da troppe persone. Un problema difficile da affrontare e che crea disagio in interi condomini, le cui abitazioni diventano invendibili. 

Tuttavia, per l'agente immobiliare (che, oltre a lavorarci, ci abita) "il quartiere stazione è una zona comoda, anche se ci sono dei problemi. Ci sono parcheggi, siamo a due passi dal centro. Ma ci vogliono anche più controlli per quanto riguarda spaccio e prostituzione".

La domanda ricorrente però è: le case si vendono in zona stazione? "E' un po' più difficile delle altre zone, ci vuole un prezzo più interessante per entrare nel mercato" ha confermato l'altro collega, Citi.

Via Carducci, nel quartiere stazione

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Segre e Mattarella alla Prima della Scala di Milano

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità