QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Politica mercoledì 05 febbraio 2014 ore 19:22

Niente primarie in Valdera, il Pd a corto di candidati

Unico scontro politico fra candidati sarà a Ponsacco. Negli altri comuni non sono previste consultazioni interne



VALDERA — Candidature già certe e lavori in corso. Sono molti e variegati i quadri politici nei comuni della Valdera che a maggio 2014 andranno al voto per rinnovare le amministrazioni municipali. Sicuri sono ormai i nomi dei sindaci uscenti che possono intraprendere il secondo mandato, come Simone Millozzi a Pontedera, Lucia Ciampi a Calcinaia e Maria Antonietta Fais a Terricciola, tutti e tre espressione del Pd o comunque di coalizioni che lo contengono. Le loro candidature sono ormai ufficiali, nessuna primaria in vista ma anzi sembra scontato il proseguimento del quinquennio per portare avanti il programma politico intrapreso in questa legislatura.

Altra particolare conferma arriva anche nel neonato comune Casciana Terme Lari, dove le due amministrazioni sono già state rimpiazzate dal commissario prefettizio che completerà l’iter della fusione, ma le forze politiche di centrosinistra sembrano essere d’accordo sul puntare di nuovo sull’ex sindaco di Lari, Mirko Terreni.

Lavori in corso e ricognizioni in atto, invece, nei comuni di Capannoli, Palaia, Lajatico e Peccioli, dove di sicuro non si intraprenderanno primarie, né di partito né di coalizione. Nei quattro municipi dell’Alta Valdera però le attuali giunte sono in scadenza e il rinnovo quindi sarà necessario. Se però a Capannoli, Palaia e Lajatico le forze politiche stanno verificando le ultime disponibilità degli amministratori uscenti e di altri all’interno della coalizione di centrosinistra, a Peccioli la situazione è ancora in alto mare. A Capannoli l’obiettivo del Pd, ma anche dell’intera alleanza di cui fanno parte anche Rifondazione Comunista e Socialisti, è di arrivare a una candidatura unitaria. Nel frattempo il partito sta lavorando attraverso dei gruppi al programma elettorale. Candidatura unica, esterna o interna all’amministrazione uscente non si sa, ma certo è che a Palaia il nome del prossimo sindaco non sarà quello della segretaria di sezione del Pd, Daria Perini che non si è resa disponibile per motivi di lavoro. A Peccioli invece l’unica notizia sicura è che il Partito democratico appoggerà la lista civica di maggioranza PeccioliFutura, ma ancora non compare nessuna candidatura e nessuna coalizione. Lo statuto comunale però lascia ancora del tempo per permettere eventuali primarie di alleanze, chissà quindi che non ci sia spazio anche per qualche rimpasto o apertura ad altri gruppi politici.

Situazione più definita è invece quella di Ponsacco dove sono ormai certe le primarie di coalizione fra i candidati Tommaso Baldacci e Francesca Brogi, entrambi amministratori comunali nell’attuale legislatura di Cicarelli. Ancora da definire invece alleanze e opposizioni, anche perché a maggio Ponsacco voterà per la prima volta con il doppio turno, con il rischio del ballottaggio e possibili apparentamenti al secondo turno.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata



Tag

Sotis incalza Salvini: «Fa paragone operai Ilva-Balotelli ma deve andare in Parlamento a discuterne»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca