Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA19°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Monaco, finale clamoroso nel Q3: Perez va a muro nelle qualifiche, Sainz non riesce a evitarlo

Attualità lunedì 04 ottobre 2021 ore 09:25

La filiale di Forcoli chiude, il sindaco protesta

La Banca di Pisa e Fornacette ha comunicato che dal giorno 15 Novembre la filiale di Forcoli non sarà più aperta al pubblico



PALAIA — Nei giorni scorsi la Banca di Pisa e Fornacette ha comunicato all’Amministrazione Comunale che dal giorno 15 Novembre la filiale di Forcoli non sarà più aperta al pubblico e le principali operazioni di sportello verranno garantite mediante uno sportello Atm.

"La decisione, scrive la banca nella nota inviata, è dovuta all’attuale contesto economico e all'acuirsi della crisi finanziaria degli ultimi anni, che hanno inciso in modo significativo sulla redditività degli istituti di credito, imponendo alla stessa banca la razionalizzazione della propria rete di vendita attraverso la revisione del numero delle filiali sul territorio, al fine di renderlo coerente con la ricerca di efficienza del settore", ha spiegato il sindaco di Palaia Marco Gherardini.

"Sono molto preoccupato e come Amministrazione esprimiamo tutto il nostro più vivo disappunto nel vedere un ridimensionamento di quello che è un punto di riferimento per i cittadini, per le attività economiche e il tessuto sociale del paese", ha detto il primo cittadino.

"Nei giorni scorsi, a seguito di notizie informali giunte all’Amministrazione, avevo richiesto un incontro urgente con i dirigenti dell’istituto di credito, che svolge anche il servizio di tesoreria comunale. In quella sede ho rappresentato queste nostre preoccupazioni e le difficoltà che potrebbero esserci, a seguito di una decisione del genere, per la nostra comunità. La banca ha dal canto suo assicurato massima attenzione e piena vicinanza ai cittadini nella fase di passaggio a questo nuovo servizio. Pur comprendendo le difficoltà del management a far quadrare redditività e costi, riteniamo che una banca fondata nel territorio e per il territorio dovrebbe mantenere la sua mission originale, mettendo sempre sul piatto della bilancia anche il servizio da restituire alle comunità"

"Resta pertanto il profondo dispiacere nel prendere atto, ormai da diversi anni, delle non poche difficoltà di diverse banche del territorio a sviluppare un equilibrio positivo tra le scelte finanziarie messe in atto e quella che dovrebbe essere appunto la loro vocazione territoriale", conclude Gherardini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 50 anni da quando Giovanni Meini, Silvano Bibbiani, Rodolfo Taviani e Nicola Pisciscelli, fondarono l’azienda nel 1972.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità