QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 18 novembre 2019

Politica martedì 03 novembre 2015 ore 17:15

“Nessun taglio nei fondi riservati alle imprese”

Valter Tamburini, presidente della Camera di Commercio, parla a QuiNewsPisa della riduzione del diritto camerale e sui servizi che l’ente offrirà



PISA — Quest’anno è entrato in vigore il taglio progressivo del diritto annuale che le imprese versano annualmente alle Camere di Commercio. La disposizione di minori quantità di risorse corrisponderà a minori servizi e attività che offrirete alle imprese?

Nel 2015, il taglio del diritto camerale è stato del 35%, nel 2016, aumentando del 5%, sarà del 40% e raggiungerà, infine, il 50% nel 2017.

Questo comporterà una sostanziale riduzione delle nostre risorse, ma, nonostante questo, continueremo a dare sostegno alle aziende e a promuovere lo sviluppo del sistema economico locale. Infatti, anche se si intravedono timidi segnali di ripresa, sono ancora troppo deboli per poter dire di essere fuori dalla crisi. Il nostro contributo alle aziende, quindi, sarà necessario per sostenere questo passaggio. Per questo motivo, nel 2016, garantiremo lo stesso livello di interventi economici preventivati per il 2015 pari a 3,5 milioni di euro. Durante l’ultimo consiglio camerale, infatti, è stata licenziata l’indicazione di lasciare inalterati i fondi da destinare alle imprese e al territorio.”

Come siete riuscire a garantire gli stessi servizi erogati alle aziende, disponendo di minori risorse?

Per garantire il nostro supporto alle aziende abbiamo operato in una logica di contenimento delle spese e razionalizzazione dell’uso delle nostre risorse. Tra le riorganizzazioni delle nostre aree, abbiamo, ad esempio, spostato gli uffici situati al piano terra ai piani superiori, lasciando così liberi i locali che abbiamo dato in affitto ad attività commerciali, un’erboristeria e un parrucchiere. Gli introiti degli affitti permetteranno di compensare le risorse mancanti. C’è da dire, comunque, che la capacità di mantenere inalterato, nonostante i tagli, l’equilibrio economico e finanziario, non riducendo così le attività e i servizi erogati alle aziende, è stata resa possibile grazie a un’attenta e oculata gestione manageriale che da molti anni ci contraddistingue.”

Virtuosismo economico che vi ha permesso di supportare anche le aziende che hanno subito danni durante l’alluvione dello scorso agosto. Quante sono state le imprese che ne hanno beneficiato?

Sono state presentate 34 domande e adesso siamo in fase istruttoria, stiamo, infatti, effettuando i controlli per capire se le imprese che hanno fatto richiesta dei contributi abbiano i requisiti indicati nel bando. In un momento così difficile per l’imprenditoria pisana, mettendo a disposizione 100.000€, abbiamo voluto dare un sostegno morale e finanziario concreto alle aziende alluvionate.”

Per quanto riguarda i futuri accorpamenti tra Camere di Commercio, qualche mese fa, si era parlato di quello di Pisa con Lucca o Carrara. Ma negli ultimi giorni sembra che l’ipotesi più accreditata sia quella tra le Camere di Commercio di Pisa e Carrara. Può confermare questa notizia?

Non c’è ancora nessun accordo. Abbiamo soltanto iniziato un dialogo con la Camera di Commercio di Carrara con cui stiamo valutando la possibilità di un accorpamento. Infatti, l’ultima giunta camerale ha deciso di proseguire nell’approfondimento delle possibilità di fusione con l’Ente di Carrara.“



Tag

Mattia, la «sardina» che ha riempito Piazza Maggiore contro Salvini: «Non conosco Prodi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro