QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Politica lunedì 05 marzo 2018 ore 15:40

Pieroni chiede dimissioni immediate di Renzi

Il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni

Il consigliere regionale parla di "Sconfitta traumatica". "La vera scissione l'hanno fatta gli elettori". Il segretario provinciale invoca unità



PISA — Prime crepe nel Pd, a livello nazionale e locale, dopo la batosta elettorale. Il primo a smuovere le acque è il consigliere regionale Andrea Pieroni, con un durissimo attacco al segretario e al modo di fare politica in questi anni da parte di un "Partito che ha annientato i rapporti con i corpi intermedi".

"Attendo le dimissioni di Renzi, irrevocabili! Per il bene del Partito democratico! La sconfitta è forte, inequivocabile, traumatica! La politica giocata sul leaderismo, sui contenitori che assumono le fattezze del partito personale, implica gesti di chiarezza e di rispetto della volontà degli elettori. Nelle democrazie avanzate un leader politico che perde così nettamente non fa passare mezz'ora per dimettersi. 

Dopo quello del 4 dicembre, questo e' stato il secondo referendum sul gradimento di Renzi quale leader e possibile premier. Due sonore bocciature che rischiano di avere ripercussioni gravi sul futuro prossimo del Paese e del Partito Democratico. 

E il vulnus non è stata la scissione (la cui responsabilità sta su entrambi i fronti) perché di fatto la vera scissione dal PD l'hanno fatta gli elettori, i cittadini. Con i quali abbiamo perso la sintonia, annientando i rapporti anche con i corpi intermedi. 

Non mi è piaciuto, lo ripeto, il modo in cui si è giunti alla definizione delle candidature, così come il fatto di accreditare a lungo l'ipotesi di larghe intese con Berlusconi. Ma forse il danno ormai era fatto, nonostante l'impegno strenuo di tanti militanti, dirigenti, amministratori e candidati che ringrazio di cuore. Ecco, da qui dobbiamo ripartire.

Da questa sconfitta, da questa caduta, pur rovinosa, si deve ripartire! "Solo chi cade può risorgere" recitava il titolo di un vecchio film americano in bianco e nero. Avremmo preferito non cadere, ma guardare avanti significa avviare una fase di profondo ripensamento e di rigenerazione, nei modi, nelle proposte, nelle strategie. E nessuno deve sentirsi escluso!

"Che si apra una discussione sul valore dell’unità e dell’inclusione, che coinvolga tutti i soggetti del centrosinistra e i movimenti che vi ruotano attorno. Solo così si può ricostruire un rapporto con i cittadini".

Così Massimiliano Sonetti, segretario provinciale Pd Pisa, commenta il risultato elettorale alle elezioni politiche di ieri.

"Abbiamo perso. Va riconosciuto. È una sconfitta che non può essere negata e da cui dobbiamo ripartire, soprattutto in vista delle elezioni amministrative di primavera.

In bocca al lupo ai nostri eletti. Li invito a non disperdere il gran lavoro di queste settimane e a dare una mano a per l’unità del centrosinistra pisano".



Tag

Sotis incalza Salvini: «Fa paragone operai Ilva-Balotelli ma deve andare in Parlamento a discuterne»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca