QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 19 novembre 2019

Politica venerdì 03 febbraio 2017 ore 09:35

"Gioco ambiguo della Lega su via Rospicciano"

L'immobile di via Rospicciano (foto di Piero Frassi)

Il Pd ribatte alle recenti dichiarazioni di Salvini e Ruggiero sulla questione dell'immobile che ospita famiglie straniere



PONSACCO — "È a dir poco strumentale ed offensivo dell'intelligenza dei cittadini, l'atteggiamento mostrato della Lega Nord sulla questione Futura Immobiliare". Il commento arriva dalle file del Pd e non lascia spazio a fraintendimenti sul suo significato: "Da una parte troviamo il consigliere regionale Salvini che, assumendosi il ruolo del "cattivo" a proposito dell'arrivo nel palazzo dei nuovi inquilini di etnia macedone, rilascia la seguente dichiarazione: "non sono per nulla convinto che l’integrazione sarà facile".

Per contro il suo amico Giuseppe Ruggiero (ricordiamolo, collega di lista di Salvini alle ultime elezioni regionali) assume la parte del "buono", ovvero di quello favorevole all'arrivo dei nuovi inquilini, tanto da accusare il Pd di avere dei pregiudizi infondati nei confronti del proprietario dell'immobile".

"Vorremmo ricordare a Salvini che, al contrario di ciò che pensa Ruggero, noi abbiamo definito pericoloso e sbagliato inserire troppi extracomunitari all'interno del medesimo edificio e questo indipendentemente dal tipo di etnia perché siamo consapevoli del rischio di una ghettizzazione".

"A questo punto chiediamo al consigliere Salvini di mostrarsi coerente con le proprie dichiarazioni e, conseguentemente, di prendere pubblicamente le distanze dal collega Ruggiero nonché di condannare l’operato del proprietario dell'Immobile di via Rospicciano".

"Ricordiamo - specifica il Pd - se qualcosa non fosse ancora chiaro, che il Comune non solo non è in buoni rapporti con la Futura Immobiliare, anzi, c'è un contenzioso giudiziario che dura da anni; non solo il Comune non c'entra niente con l'arrivo dei nuovi inquilini nel palazzo (sono rapporti esclusivamente tra privati) ma è assolutamente contrario a politiche di integrazione forzate di questo tipo".

"La nostra Amministrazione, in linea con la politica del governatore Rossi, ha sempre creduto nel modello d'integrazione basato sull'accoglienza in piccoli nuclei distribuiti in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale. Detto questo l'Amministrazione non può assumere azioni fuori dal rispetto della legge e pertanto, non potendo impedire alla Futura Immobiliare di affittare i propri locali a chi preferisce, farà di tutto e di più, come ha pubblicamente dichiarato il nostro sindaco, per garantire la massima integrazione rispettando il principio per il quale tutti i cittadini hanno eguali diritti e pari doveri".

"Seppur vittima di questa situazione - concludono - l'Amministrazione Comunale non si sottrarrà al proprio ruolo istituzionale verificando in tutte le sedi opportune il corretto utilizzo da parte della Futura Immobiliare dei locali all’interno del palazzo di via Rospicciano".



Tag

Il Mose di Venezia, il rendering dell'infrastruttura: come opererà per regolare l'ingresso delle maree

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità