Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PONTEDERA19°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salman Rushdie, il momento dell'accoltellamento a New York

Politica lunedì 18 novembre 2019 ore 06:30

"Un altro ponsacchino a libro paga della Ceccardi"

Melai e Tecce
Melai e Tecce

Il Pd: "A Bruxelles, dopo Tecce, tocca a Melai, operatore televisivo pronto a confezionare servizi televisivi e social per la propaganda leghista"



PONSACCO — Il Partito democratico di Ponsacco e la Lista civica Per Ponsacco sono intervenuti per criticare duramente l'ultima nomina in quanto a portaborse fatta da Susanna Ceccardi.

"Si gonfia la lista dei portaborse pisani a Bruxelles - hanno esordito dalla maggioranza consiliare di Ponsacco - Dopo il Tecce, un altro volto noto della Lega ponsacchina finisce al libro paga della Ceccardi. È il concittadino di Valdicava Mirko Melai. Il noto operatore televisivo di Canale 50, sempre pronto a confezionare servizi televisivi e social per la propaganda leghista, riesce così a conquistare le grazie dell'europarlamentare Ceccardi e va ad aggiungersi alla sua sterminata lista di collaboratori (portaborse) a Bruxelles". 

"Perché la Ceccardi mostra tanta riconoscenza per i leghisti ponsacchini, soprattutto alla luce della cocente sconfitta alle elezioni comunali di Ponsacco? - si sono chiesti i due soggetti politici - Beh la risposta è semplice ed è la stessa che abbiamo già dato per l'altro componente del suo staff Pericle Tecce. La chiave di lettura è il totale servilismo dei leghisti ponsacchini nei confronti dei sindaci Ceccardi e Conti. In particolare il loro nulla osta a far diventare il Palazzo rosa di Ponsacco la nuova dimora delle famiglie rom sgomberate da Pisa e Cascina". 

Riguardo a Melai: "Finalmente si spiega l'iperattivismo del Melai sui social a fianco dell'amico Tecce e la sua enorme produzione di video e commenti di propaganda leghista che solo chi ci lavora a tempo pieno riesce a confezionare. Ormai lo schema della Lega è chiaro: usare i soldi di Bruxelles, quindi dell'odiata Europa, per finanziare la propaganda sul territorio pisano. È per questo motivo che la coppia Tecce - Melai è sempre pronta notte tempo ad attaccare l'amministrazione e ad esaltare il mito di Salvini". 

"Il Melai esibisce con orgoglio il fatto di essere un operatore di Canale 50 e questa sarebbe anche una bella cosa, perché dimostra attaccamento alla propria azienda. Ma il fatto grave, di cui non pare preoccuparsi, sono i danni all'immagine e alla credibilità della televisione che la sua azione politica arreca. Infatti, dovrebbe sapere che l'emittente locale fornisce servizi, anche a pagamento, a tanti comuni a guida non leghista"

Per queste ragioni dalla maggioranza ponsacchina hanno detto che "il suo nuovo incarico politico sia incompatibile con il lavoro che ancora svolge a Canale 50 e in virtù di questo sarebbe doveroso e opportuno che si dimettesse subito, liberando l'emittente dall'imbarazzo della sua presenza. Dicevamo non c'è due senza tre e allora chi sarà il prossimo leghista nostrano ad andare al libro paga della Ceccardi? Le regionali sono alle porte e presto il mistero verrà svelato".

Mirko Melai e Pericle Tecce


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore tra area del capoluogo, Cuoio, Valdera e zona di Volterra. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità