QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 gennaio 2020

Politica giovedì 06 aprile 2017 ore 17:30

"A Otorinolaringoiatria manca ancora il direttore"

La denuncia arriva da Forza Italia che, attraverso il consigliere regionale Mugnai ha presentato un'interrogazione sulla riorganizzazione sanitaria



PONTEDERA — "La riorganizzazione della sanità toscana in macroaree - hanno spiegato -, ha portato alla fusione delle vecchie Asl in un’unica macrostruttura che, non solo ha inglobato tutto il personale, ma ha portato anche la modifica e la rimodulazione degli incarichi professionali e delle strutture per renderle omogenee. Sinora, non risulterebbero ancora nominati i direttori di alcune unità operative complesse, come Otorinolaringoiatria di Pontedera o Urologia di Livorno". La denuncia arriva dal gruppo di Forza Italia che, attraverso il consigliere regionale Stefano Mugnai, su sollecitazione del coordinatore provinciale di Forza Italia Pisa Raffaella Bonsangue, di quello comunale Alessandro Rocchi e della consigliera comunale Federica Barabotti, ha presentato un’interrogazione scritta sulla riorganizzazione di Otorinolaringoiatria e Urologia dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

"Il problema - spiegano ancora in una nota stampa - pare essere risolto con incarichi “a scavalco”: l‘U.O.C. (Unità Operativa Complessa) di Urologia di Livorno non viene declassata e il Direttore di U.O. di Pontedera viene nominato direttore a scavalco delle due U.O. Stessa censurabile dinamicaper Otorinolaringoiatria: il Direttore di Livorno dirige anche l’U.O. di Pontedera. L’U.O. di Urologia di Pontedera ha reclutato pazienti provenienti dal litorale livornese (Elba, Follonica, Piombino, Cecina e Livorno) per metterli in lista per interventi presso l’ospedale di Pontedera, creando disagi agli stessi, costretti a pernottare in alberghi della zona, incidendo anche sui costi dei cosiddetti DRG (raggruppamenti omogenei di diagnosi) ed aumentando i giorni di ricovero".

E concludono: "Per questi motivi si chiede all’assessore competente di conoscere se quanto descritto corrisponda a verità e se sia giustificabile la dotazione organica del personale di Urologia in queste sedi. Il tempo delle attese è finito. Forza Italia - chiudono gli esponenti provinciali e comunali - si impegna a portare avanti questa battaglia affinché la sanità toscana fornisca ai cittadini una maggiore efficienza delle prestazioni offerte, cercando in tal modo di porre fine a disservizi e disagi per i cittadini, garantendo il diritto alla salute, sancito dalla nostra Costituzione".



Tag

Regionali, Conte: "Salvini e' il grande sconfitto di questa competizione"

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità