QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 14 novembre 2019

Politica lunedì 01 luglio 2019 ore 17:40

Angela Pirri, presidente del consiglio comunale

Angela Pirri, presidente del consiglio comunale di Pontedera
Angela Pirri, presidente del consiglio comunale di Pontedera

L'ex vicesindaca è stata votata a maggioranza nel primo consiglio comunale post elezioni. Prende il posto di Lucia Curcio. Il discorso di insediamento



PONTEDERA — Come avevamo anticipato Angela Pirri, già vicesindaca dal 2014 al 9 giugno 2019 è la nuova presidente del consiglio comunale di Pontedera.

La votazione si è tenuta oggi in sala consiliare di Palazzo Stefanelli, durante la prima seduta del nuovo consiglio comunale. Pirri ha ottenuto i 10 voti della maggioranza, mentre sette consiglieri - fra i quali la stessa Pirri - si sono astenuti. Vicepresidenti sono stati eletti Domenico Pandolfi (Lega-centrodestra) e Fabiola Toncelli (M5s), entrambi con 6 voti favorevoli e 11 astenuti.

Pirri, che ha assicurato "massimo rispetto per tutte le forze politiche" succede a Lucia Curcio che ha ricoperto questa carica nel quinquennio precedente. Prima delle votazioni Matteo Bagnoli, capogruppo della minoranza di centrodestra, aveva chiesto per il suo gruppo la presidenza del consiglio.

Questo il discorso di insediamento della neoeletta presidente del Consiglio comunale di Pontedera Angela Pirri

Sig.ri Consiglieri, Sig. Sindaco, gentili Assessore e Assessori,

Voglio ringraziarvi per la fiducia che mi avete accordato. Il mio sentito ringraziamento alle forze di maggioranza ma anche alla minoranza consiliare.

Il mio impegno, da oggi e per i prossimi anni che mi vedranno Presidente, è quello di svolgere con la massima imparzialità e correttezza questo ruolo super partes e di garanzia, nel massimo rispetto dei regolamenti e della dignità di tutte le parti politiche.

Ritengo che vada recuperata, nella dialettica politica che si sta sviluppando in questi anni nel dibattito politico, un terreno comune di scambio e di rispetto. Non mi piace, e non mi è mai piaciuto, chi considera l’avversario politico come un nemico da abbattere con qualunque mezzo. 

Ritengo invece che la critica e l’opposizione, ma anche la semplice diversità di vedute, sia qualcosa che arricchisce una comunità.In questa ottica credo sia necessario che tutti, maggioranza e minoranza, ci si impegni per non delegittimare i consiglieri della parte avversa ma, al contrario, si cerchino sempre terreni di incontro e di scambio. 

Nella piena convinzione che tutti quelli che siedono in questo consesso hanno a cuore l’interesse della nostra città sia pure con sensibilità diverse.Inoltre, è mia profonda convinzione che le istituzioni debbano mantenere un profilo di serietà e di pacatezza. 

Questo non vuol dire che i nostri Consigli debbano essere la “fiera della seriosità” ma che dobbiamo lavorare ogni giorno, tutti insieme, tenendo ben presente il bene della nostra comunità.

Buon lavoro a tutti.



Tag

Venezia, le immagini aeree di Pellestrina invasa dall'acqua

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca