Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, tensioni al corteo anarchico per Alfredo Cospito: ferito un poliziotto

Cronaca mercoledì 19 gennaio 2022 ore 11:42

Mascherine irregolari, sequestri per 250mila euro

Va avanti l'operazione Burlamask della Guardia di finanza: scoperte 300mila mascherine vendute senza certificati, bloccati 250mila euro



PONTEDERA — La Guardia di finanza di Pontedera porta avanti l'operazione "Burlamask", cominciata durante la pandemia e arrivata per il momento al sequestro preventivo di un ammontare complessivo di oltre 250mila euro, corrispondente ai proventi illeciti ottenuti dalla produzione e commercializzazione di mascherine non a norma.

L'operazione, infatti, riguarda una società della Valdera individuata proprio dalla Guardia di finanza pontederese che, nel corso dell’emergenza sanitaria, ha riconvertito la propria produzione da capi di abbigliamento a quella di mascherine, riuscendo a venderne nel corso del 2020 oltre 300mila dispositivi "filtranti a 3 veli", corredandoli di autocertificazioni, poi rivelatesi false

Le attività di indagine, supportate dagli accertamenti eseguiti anche nell’Istituto superiore di sanità, hanno consentito di classificare i dispositivi prodotti come mascherine generiche e, quindi, non idonee all'uso sanitario. Nonostante ciò, le mascherine erano state vendute non solo ad aziende private, ma anche a Comuni, aziende partecipate e a Residenze sanitarie assistite.

Per questi motivi, la compagnia di Pontedera ha eseguito nei confronti dell'impresa il decreto di sequestro preventivo disposto dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pisa, su richiesta della Procura della Repubblica. La misura ha riguardato liquidità per oltre 120mila euro, un Suv Mercedes e tutti gli altri beni aziendali.

I due amministratori della società sono stati deferiti alla Procura per le ipotesi di reato previste, ovvero frode in commercio e frode nelle pubbliche forniture.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'attore pugliese, impegnato in tournée al Teatro Era, ha fatto visita alla mostra "Appropriazioni" di Enzo Fiore, che si trova a Palazzo pretorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Attualità

Attualità