QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 14 novembre 2019

Politica mercoledì 23 gennaio 2019 ore 14:37

"Ci sono troppe opere incompiute"

Il centro destra all'attacco del candidato sindaco del Pd Matteo Franconi che risponde "Io non credo agli urli e alle risse". Interviene anche il M5s



PONTEDERA — "Leggiamo e ascoltiamo le interviste e nuovi progetti sulle opere pubbliche incompiute dall'assessore,nonché candidato a Sindaco del PD alle prossime elezioni,o da chi si presenta con altro nome di lista ma sempre nello stesso gruppo. Ci viene da dire che qualcosa non torna ! Dove erano in questi 10 anni l'assessorato e la giunta che promettevano grandi opere ad oggi incompiute, causando disagi ai residenti, imprenditori e lavoratori?", dicono i consiglieri comunali di Forza Italia Barabotti e Pandolfi e Baroni della Lega.

"Solo a 5 mesi dalle elezioni se ne rendono conto? Elenchiamo alcune delle opere lasciate a metà,nel degrado,disagio e costate ai contribuenti. Dalla Via di Patto, alla rotatoria del Chiesino, Zona industriale di Gello e progetto Apea, ex Cabina Enel ,Via della Prata ecc....ferme da anni tra una scusa e l'altra....Alla fine la colpa alle ditte appaltatrici che dopo aver vinto iniziato i lavori e essere stati pagati si accorgono che non sono congrui ai lavori e abbandonano. Non può essere sempre sfortuna, ma solo mal gestione visibile e reale...Non ci pare che l'opposizione abbia mai parlato per propaganda o consensi ma per ciò che vedeva e che la realtà oggi dimostra. L'attuale amministrazione che si vuole ripresentare alla guida della Città è la stessa che ha portato la città come la vediamo oggi".

"E' curioso come oggi Franconi, spinto dal vento della campagna elettorale e dalla fame di vote, si accorga dei fallimenti del Comune e a chieda quasi "scusa" per varie opere mai terminate in diversi punti della città: caratteristica, quella dei lavori lasciati a metà, o conclusi malamente - vedi la biblioteca comunale colabrodo - assai cara all'ammininistrazione", rincara l'esponente di centro destra Matteo Arcenni.
"Quella sul progetto Apea, che avrebbe dovuto rivoluzionare la zona industriale di Gello e che invece l'ha soltanto arricchita di scheletri di strutture e di manifesti del degrado, è la terza marcia indietro di Franconi dopo la sicurezza e il sistema di raccolta rifiuti."

Sull'argomento si fanno sentire anche i consiglieri comunali pentastellati Toncelli e Paolucci che elencano "Una miriade di lavori incompiuti": la rotatoria del Chiesino, la strada di Patto, il braccetto di Santa Lucia, la piazza di Treggiaia, lo stato delle palestre comunali, il palazzetto dello sport inagibile, il cimitero comunale, "La quasi totalità delle strade urbane ridotta ad un susseguirsi di buche e frettolosi rattoppi, marciapiedi sconnessi, pericolosi per i pedoni, inagibili per i disabili, indecorosi per tutti."

"Il centrodestra fa il suo mestiere e getta benzina sulla campagna elettorale. Io non credo agli urli e alle risse - è la replica di Franconi - ma sono convinto che analizzare in modo critico l’operato dell’amministrazione, e del mio assessorato, illustrandolo alla cittadinanza significhi chiarezza e trasparenza. Quella che secondo me si meritano i cittadini. Sarebbe facile parlare di tutto ciò che di buono è stato fatto in questi anni. Ma non sarebbe onesto. Pontedera è la mia città, dove sono nato e vivo. Alla mia gente io parlo sinceramente. Nel bene e nel male. E se questo irrita i signori dell’opposizione a me dispiace. Ma non è un mio problema".



Tag

Sotis incalza Salvini: «Fa paragone operai Ilva-Balotelli ma deve andare in Parlamento a discuterne»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca