QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°32° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 25 giugno 2019

Attualità mercoledì 29 giugno 2016 ore 16:45

Fino a 4000 euro per acquistare o mantenere casa

Il prestito, derivante da un fondo istituito da Unione e Banca Etica, è destinato ai residenti negli otto Comuni con un Isee fra 4500 e 20000 euro



PONTEDERA — Prestiti da mille a 4000 euro, da restituire in massimo trentasei mesi, per acquistare, affittare o mantenere casa. E' questo l'aiuto che l'Unione Valdera e Banca Etica, in collaborazione con l'associzione di promozione sociale Casa Valdera, hanno deciso di dare alle famiglie che, seppur non alto, hanno la disponibilità di un reddito sufficiente a vivere, cioè a quella cosiddetta fascia grigia che di solito non riesce ad accedere agli aiuti pubblici o alle case popolari.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 29 giugno, si sono riuniti il presidente dell'Unione Valdera Corrado Guidi, il rappresentante di Banca Etica Massimo Ronchieri, il presidente di Casa Valdera Simone Carraro e la coordinatrice di Casa Valdera Giovanna Bianucci per la firma della convenzione per la gestione del fondo di microcredito costituito da un finanziamento di 25mila euro dell’Unione e altri 25mila euro della Banca che investe in questa forma di aiuto sociale per le famiglie in maniera innovativa e sperimentale.

"Fondo - dicono i firmatari della convenzione in una nota - che si duplicherà/triplicherà nell’arco di un biennio/triennio se le risorse saranno correttamente utilizzate dai beneficiari acquisendo pertanto nel tempo un effetto moltiplicatore".

Ai prestiti potranno accedere i cittadini residenti in uno degli otto comuni facenti parte dell'Unione Valdera (Palaia,Capannoli, Ponsacco, Pontedera, Calcinaia, Buti, Bientina e Casciana Terme Lari), con un Isee compreso fra i 4500 e i 20mila euro, che si trovano in trattativa di locazione, con contratto di affitto in essere oppure (in alternativa) proprietari di casa adibita a prima abitazione.

Il prestito può essere richiesto per esigenze primarie legate all'acquisizione oppure per il mantenimento della casa. Ad esempio, per costituire un deposito cauzionale  nel caso dell'affitto, per il corrispettivo all'agenzia immobiliare, per pagare gli oneri straordinari per forniture utenze domestiche, per acquistare mobili o attrezzature utili, per effettuare lavori di ordinaria manutenzione, per abbattere barriere architettoniche o acquisire aiuti domestici che riducano lo svantaggio fisico o psichico, per effettuare lavori di manutenzione straordinaria (art. 1577 Codice Civile) o di ripristino dell'appartamento a seguito di danni non coperti da assicurazione, per spese di trasloco.

Sarà Casa Valdera a nominare un tutor per ogni beneficiario che seguirà passo dopo passo sia le fasi di liquidazione del contributo, sia la restituzione che potrà avvenire in un massimo di 36 rate.

Per altre informazioni, è possibile contattare CasaValdera al numero telefonico 0587 299503/09/10 oppure direttamente allo sportello aperto il lunedì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 12.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Politica

Cronaca