comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:PONTEDERA13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Attualità mercoledì 22 luglio 2020 ore 19:00

Test sierologici anti covid in Golena? Se ne parla

Il grande successo ottenuto dallo spazio sulla riva sinistra dell'Era fra i due ponti cittadini comporta anche qualche precauzione



PONTEDERA — Secondo le direttive lanciate dal governatore, pontederese, della Toscana, Enrico Rossi, potrebbe essere in arrivo il test seriologico, possibile anteprima del tampone, anche per i frequentatori della Golena dove da inizio mese si radunano di giorno atleti e poeti e di sera, diciamo pure notte, i giovani. Molti molti giovani.

Il caso Golena. a esempio, è uno dei tanti che sta coinvolgendo locali pubblici della Versilia, e non solo, per i quali ci sono stati provvedimenti di chiusura più o meno temporanea. Mentre il caso opposto, quello del Boccaccio e affini, continua a percorrere la strada della chiusura perché, come ha più volte spiegato il patron Edilio Pellinacci, è difficile far rispettare tutte le regole imposte quanto a stanziamenti eccetera. Pare che a settembre il Boccaccio potrebbe riaprire mentre in quel periodo la Golena starebbe per chiudere (metà settembre).
Attualmente chi si presenta all'ingresso della Golena viene monitorato soltanto per l'eventuale febbre ma, come detto, sembrerebbe in arrivo il test sierologico, non per tutti perché sarebbe naturalmente impossibile. La Golena ha sollevato clamore in città, nella Valdera e oltre, ma anche a QUInewsValdera e sui social sono arrivate proteste collegate con i tanti, per qualcuno 'troppi' 'clienti'.
Per lanciare la Golena venne firmato in comune un protocollo con una decina di articoli che vanno dagli accordi economici a quelli sulla manutenzione dell'area e così via, mentre il comune si è riservato il diritto di ordinare la chiusura anticipata "qualora il concessionario utilizzi l’area e le strutture in maniera non consona alla destinazione d’uso della stessa, o ne provochi il deperimento".
Intanto in città crescono a vista d'occhio, quasi giornaliera, le aperture di nuovi ristoranti, anche nel piazzale del Chiesino, con maxi pedane e tavolini fino al limite della possibilità di spazio. Operazione lanciata gratuitamente dal comune per la ripartenza dopo la pandemia - purtroppo non ancora del tutto finita anche se a Pontedera le cose vanno bene - insieme ad altre operazioni come quella del dimezzamento del costo dei parcheggi, peraltro diminuiti proprio per la presenza delle pedane e dei tavolini esterni.
Una situazione che viaggia tra il sacrificio per il comune e affini e il rilancio commerciale. 

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità