QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°21° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 15 ottobre 2019

Attualità mercoledì 28 novembre 2018 ore 10:10

"La paura mangia l'anima"

L'Arci Valdera torna sullo striscione esposto in piazza della stazione e lo fa spiegando il senso dell'iniziativa:"Cultura come elemento fondante"



PONTEDERA — "Al netto delle polemiche che il nostro striscione “+ cultura – paura” possa aver suscitato" - spiega Arci Valdera - "Vogliamo ribadire il significato del messaggio che abbiamo lanciato con grande consapevolezza e che vorremmo condividere con tutti attraverso le parole del nostro documento nazionale che sta accompagnando la campagna di tesseramento, esso ben rappresenta il senso del nostro agire e del nostro impegno!"

"La paura domina il nostro tempo e lo rende cupo, nasconde la realtà.

Ti schiaccia sul presente e ti rende immobile, ti convince che niente può cambiare.

Ti rende più povero e più solo e chi la usa vuole decidere per te.

La paura è un macigno sulla società e sulla vita delle persone, ma sottrarsi è possibile.

E la cultura è uno strumento formidabile per farlo.

La cultura distingue le verità dalle bugie.

Infonde fiducia e dissipa l’odio.

Coltiva le passioni e promuove il confronto.

Diffonde uguaglianza e curiosità.

Illumina le città e anima i quartieri.

Produce benessere e crea occupazione.

Rafforza la democrazia e alimenta la partecipazione."

"Parliamo di cultura - spiega ancora l'Arci - e con essa non intendiamo riferirci ad un mero esercizio di sapere e di conoscenza, nessun intento offensivo nelle nostre parole. Parliamo di cultura come elemento fondante per il benessere delle persone e della comunità, come fattore aggregante per la tenuta della coesione sociale, della capacità di tenuta e sviluppo di un territorio.

I nostri circoli sono luoghi popolari in cui prima di ogni cosa viene la cultura della socialità, dello stare insieme, della partecipazione. Tutto questo, dal nostro punto di vista, è quello di cui ha bisogno un quartiere che esprime alcune complessità e che necessita a nostro avviso di una vera e propria rigenerazione. Noi in questo vogliamo fare la nostra parte, sporcandoci le mani, mettendoci il nostro impegno di donne e uomini che credono che solo prendendosi cura dell'altro, del nostro vicino, di chi ci passa accanto, nessuno escluso, possiamo rafforzare un’intera comunità, senza fare propaganda né giocare sulla pelle delle persone".

Nelle scorse ore, sull'argomento, era entrato anche il sindaco di Pontedera Millozzi pubblicando un post sui social.



Tag

Manovra, Conte: «Quota 100 rimane, questo è l'indirizzo politico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Spettacoli