QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°19° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 maggio 2019

Sport sabato 19 maggio 2018 ore 09:37

Le fatiche del Randonnèe ripagate dal paesaggio

Sono stati ben 630 i cicloturisti che, in mountain bike, hanno attraversato dieci comuni della Valdera, su inizitava del Gsrc Galimberti



PONTEDERA — In una piacevole giornata di primavera, ottima per pedalare, domenica scorsa 13 maggio si è svolta la settima edizione del "Randonnèe in mtb della Valdera”, iniziativa del Grsc Galimberti di Pontedera, luogo di partenza. Alla manifestazione hanno partecipato ben 630 cicloturisti, oltre 100 in più rispetto al 2017, provenienti da tutta la Toscana e dal Nord Italia. Il commento dei partecipanti a fine gara è stato unanime: “ottimo ed entusiasmante”, sia sotto l’aspetto organizzativo sia nei ristori e nei paesaggi collinari dei tre itinerari proposti, di 40, 70 e 120 Km.

I partecipanti, animati da un comune spirito di divertimento, spensieratezza e amicizia, accompagnati da un passo tranquillo, hanno percorso il territorio della Valdera dei 10 comuni partecipanti, anche se con sudore date le diverse altimetrie proposte, su strade bianche e colline fiorite, passando dalla Rocca e Tenuta di Castelfalfi, dagli antichi Borghi della Badia di Morrona, di di Lajatico con il Teatro del Silenzio, oltre che dai Calanchi di Toiano, ed i borghi di Peccioli, Terricciola, Chianni, Palaia e Montopoli

Lungo i tre percorsi sette i punti di ristoro allestiti, capaci di offrire specialità toscane delle aziende Tenuta Lunelli, Azienda Agricola Castelvecchio, Toscana Resort di Castelfalfi, Villa Lena e Usiglian del Vescovo. Il pasta party all’arrivo è invece stato offerto dalle associazioni organizzatrici; Gsrc Galimberti, La Borra Bike e Razzi & Mozzi.

L’evento cicloturistico, che come detto ha interessato 10 comuni della Valdera, (Pontedera, Ponsacco, Capannoli, Terricciola, Chianni, Lajatico, Peccioli, Palaia, Montopoli e Montaione), potrebbe ripetersi ben prima dell'edizione 2019. C'è infatti la volontà, da parte delle associazioni di mtb organizzatrici e dei Comuni partecipanti, visti il crescente interesse e la partecipazione, di installare una segnaletica fissa dei tre itinerari della Randonnèe. La segnaletica installata sarà georeferenziata e verrà collocata su strade bianche e vie vicinali pubbliche. Tutto ciò consentirà la fruibilità dei percorsi durante l’arco dell’anno da parte di cicloamatori e turisti, favorendo altresì la conoscenza e la promozione del territorio rurale, dei borghi e delle aziende turistiche operanti in Valdera.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Politica