Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PONTEDERA10°12°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La vicequestore no vax Nunzia Schilirò e la teoria del complotto: «Hanno rimosso un articolo dal web». Giletti la smentisce

Politica mercoledì 23 dicembre 2020 ore 11:02

"Percorso partecipativo per ricordare Mazzinghi"

Lo chiede la Lega con una mozione che, pronta da giorni, arriva oggi visto il ripensamento chiesto dalla famiglia sul cambio nome di piazza Curtatone



PONTEDERA — La Lega ha presentato oggi una mozione con la quale si chiede il ritiro della delibera di giunta con cui si dispone il cambio di nome per piazza Curtatone, così da intitolarla al pugile Sandro Mazzinghi recentemente scomparso. Allo stesso tempo la Lega chiede l'avvio di "un percorso partecipativo tra Istituzioni e cittadinanza – eventualmente anche tramite il supporto e l’aiuto delle Consulte di quartiere che dovranno insediarsi a breve – volto ad individuare il modo migliore per celebrare Alessandro Mazzinghi identificando una strada, una piazza o un’opera pubblica che possa prendere il suo nome, ricordandone così la grandiosità sportiva e non solo".

Questa mozione era pronta da giorni ma è stata presentata oggi, tenendo anche conto del passo indietro chiesto dalla famiglia Mazzinghi viste le polemiche suscitate dalla scelta dell'amministrazione. "Abbiamo depositato questa mozione anche alla luce delle recenti dichiarazioni rilasciate dalla famiglia ma avevamo già intenzione di depositarla ed era già pronta" ha confermato la consigliera comunale della Lega, Rebecca Stefanelli.

"Chiediamo un percorso partecipativo con i cittadini - ha quindi spiegato la consigliera leghista - in modo tale che il nome di Mazzinghi non sia ricollegato a una vicissitudine negativa: perché di fatto l'amministrazione, imponendo una piazza in maniera anche piuttosto arrogante, ha portato a far sì che il nome di Mazzinghi venga ricollegato ad un episodio non troppo piacevole, o comunque a un dibattito non piacevole". 

"Noi vorremmo ricordare, come è giusto che sia, il nome di Mazzinghi per quello che lui è stato e per ciò che ha rappresentato - ha concluso Stefanelli - sia a livello sportivo sia per quanto riguarda la città di Pontedera. E per questo pensiamo che l'unico modo sia aprire un dibattito, un confronto pacifico con i cittadini, per trovare una piazza, una strada, un luogo pubblico da intitolare a Mazzinghi. Un percorso che sia condiviso da tutti, come avrebbero dovuto fare in prima battuta la maggioranza e l'amministrazione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un gesto da chiarire da parte di un 66enne, che davanti alla caserma di via Lotti assalta prima un militare e poi un altro. Con sé aveva tre coltelli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità