comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°31° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 18 settembre 2020
corriere tv
«Non potrà camminare», ma Sirio entra a scuola da solo

Attualità lunedì 14 settembre 2020 ore 12:17

"Non si può far quasi niente"

Primo giorno di scuola per gli alunni delle superiori di Pontedera

La maggior parte dei ragazzi delle superiori non è certo felice della situazione, ma nessuno ce l'ha con le loro scuole. "Bisogna adeguarsi"



PONTEDERA — Meglio di niente...", dice David da Santa Maria a Monte, debuttante del liceo scientifico che parla pacatamente spiegando che "non si può toccar quasi niente". Con lui anche il debuttante Carmine, che spiega come ha dovuto subito sanificarsi le mani per aver toccato una finestra. Ma anche lui non ce l'ha con nessuno. David e Carmine hanno davanti cinque anni prima dell'eventuale università e sui loro volti si vede chiaramente la delusione e il rammarico di come è cominciata la loro carriera scolastica superiore.

Sono quasi 6000 gli studenti superiori di Pontedera, per oltre tre quarti provenienti dal grande circondario pontederese, alcuni dei quali andranno a scuola al Palazzo Blu lontano un paio di chilometri dalla città scolastica e dal piazzale dello stadio dove arrivano e partono i pullman. A giudicare dalle auto in sosta e dalle mamme in attesa, quantomeno per questo debutto il primo giorno è all'insegna anche e forse soprattutto dei genitori.

Carlo da Ponsacco, che debutta in quinta, sembra un po' più ottimista: "Penso che fra qualche mese il virus scomparirà, io sono abbastanza fiducioso anche la situazione attuale è brutta". 

Ed ecco tre ragazze terricciolesi che escono dal cancello. Sono Camilla, Francesca e Sofia. "Non si può fare quasi più niente". "E questo mi rende un po' triste - dice Sofia - anche perché aspiravo da tempo a diventare una studentessa delle superiori".

Fuori dalle scuole le mamme commentano o passano il tempo col telefonino, mentre una scolaresca 'celebra' il primo giorno del rientro seduta nel giardino-collinetta dello Scientifico facendo un cerchio intorno all'insegnante. Un quadretto che visto da fuori la cancellata può sembrare anche allegro.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni 2020

Sport

Elezioni 2020

Cronaca