Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:51 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Lavoro mercoledì 07 aprile 2021 ore 10:52

Piaggio, "Basta precarietà, ora diritti e dignità"

Il sindacato Usb torna sulla vertenza delle "Precarie storiche" dell'azienda chiedendo più diritti per i giovani contrattisti



PONTEDERA — Il sindacato Usb, col coordinamento Piaggio, le rappresentanze aziendali e il settore nazionale lavoro privato, chiede un percorso di stabilizzazione per i lavoratori precari dell'azienda, "Vecchi e nuovi".

"L'ultima assunzione a part-time verticale in Piaggio risale a luglio 2012. Per arrivare finalmente ad un posto fisso ci sono voluti una media di 12 /15 anni e numerose procedure di mobilità. Veri e propri licenziamenti, anche se incentivati, che hanno causato la perdita di centinaia di posti di lavoro. Le trasformazioni da part-time verticale a full-time sono state un numero irrisorio rispetto, appunto alle uscite, creando un esercito di lavoratori che per 5 mesi l’anno sono rimasti senza stipendio e senza la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali", spiega il sindacato, ricordando come in questo contesto si inserisca la vertenza delle precarie storiche. "Per lo più lavoratrici che, dopo 15 anni,  sono state sostituite da nuovi operai più “giovani” e ricattabili e alla mercé di sindacati che speculano sulle aspettative di chi in questo momento ha giustamente bisogno di lavorare", dice ancora Usb.

"Piaggio ha semplicemente deciso di mandare a casa delle persone per sostituirle con altre. Sappiamo bene che in questo momento, anche a causa dell'emergenza che stiamo vivendo, entrare in una fabbrica come la Piaggio potrebbe essere visto come una garanzia per il futuro. Ma come USB ci chiediamo quale futuro vogliamo dare ai contrattisti?

Il futuro che hanno subito le precarie storiche? O quello che hanno avuto tutti i part-time verticali che per raggiungere i 12 mesi di indeterminato hanno aspettato anni.?"

"I lavoratori precari della Piaggio, vecchi e nuovi, si meritano un percorso chiaro di stabilizzazione. Ovviamente basata sul criterio dell’anzianità lavorativa. Gli strumenti normativi ci sono così come sappiamo bene esserci anche l’esigenza da parte dell’azienda. Serve un processo che porti stabilita diritti e dignità".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca