Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA21°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Lavoro venerdì 17 aprile 2020 ore 18:16

Piaggio e sindacati, firmato accordo per ripartire

Emergenza Coronavirus e fase due, definite linee guida e misure per garantire ai lavoratori massima sicurezza. In attesa della fine delle restrizioni



PONTEDERA — Il Gruppo Piaggio ha siglato quest’oggi con le organizzazioni sindacali un Protocollo di intesa con cui sono state definite le linee guida e le misure da attuare per garantire ai lavoratori la massima sicurezza sanitaria al riavvio delle attività produttive dello stabilimento di Pontedera, sospese a causa del virus Covid-19.

Non c'è ancora una data per la riapertura, stanti le restrizioni decise dal Governo, in vigore fino al 3 maggio. Questo però è un primo passo per ripartire in sicurezza.

Le misure definite nel Protocollo si basano sulle disposizioni dei decreti governativi emessi nell’ambito delle azioni di contrasto alla diffusione del Covid-19 e sono state integrate con le precauzioni sanitarie aggiuntive già introdotte dal Gruppo Piaggio, volte a preservare la sicurezza dei propri dipendenti.

In particolare, sono state definite importanti opere di igienizzazione e sanificazione di tutti gli ambienti di lavoro, sia prima della ripresa delle attività lavorativa, sia ad attività avviate.

A tutti i lavoratori, operai e impiegati, verrà fornito a cadenza regolare un apposito kit con dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti e, quando necessario occhiali, e saranno messi a disposizione dispenser con gel igienizzanti.

Sarà garantita la massima diffusione a tutti i lavoratori di un pacchetto di informazioni in merito alle misure e regole da adottare all'intero dei locali aziendali, tra cui le misure di distanziamento all'interno delle mense, modalità di gestione delle riunioni, indicazioni di comportamento per visitatori e fornitori e informazioni dai medici competenti per la gestione di possibili sintomi di Covid-19 e attività di prevenzione da adottare nelle situazioni di emergenza.

Piaggio manterrà la misurazione della temperatura corporea, affidata a ditte specializzate esterne, che verrà progressivamente eseguita anche con l’utilizzo di termoscanner.

L'organizzazione del lavoro terrà in considerazione sia le esigenze sanitarie sia quelle produttive. Saranno adottate soluzioni idonee a garantire il distanziamento sociale nel corso attività lavorative, in ingresso e uscita dallo stabilimento, nella mensa e nelle aree comuni.

Compatibilmente con le esigenze di carattere tecnico-organizzative, è prevista l’adozione dello smart working per attività specifiche ed anche per soggetti con particolari patologie valutate dal Medico Competente.

Analoghe procedure saranno richieste anche ai fornitori, che garantiranno, con autocertificazione, il rispetto delle regole previste nel Protocollo siglato.

Gli interventi e le misure previsti nel Protocollo saranno monitorati e verificati dal Comitato già costituito secondo quanto previsto dall’intesa tra Governo e Parti Sociali, siglata in data 14 marzo 2020.

“L’intesa è particolarmente esaustiva - hanno commentato Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, e Samuele Nacci, segretario della Uilm di Pisa -, si va ad aggiungere ad un grande lavoro già svolto dai rappresentanti dei lavoratori, prima del blocco generale, e contempla misure quali la dotazione di mascherine protettive e la misurazione della temperatura a tutto il personale, il mantenimento di una distanza di 1 metro, turni ridotti, il lavoro agile per chi lavora da remoto, la tutela del personale vulnerabile e l’informativa ai lavoratori sul comportamento da tenere all’interno dello stabilimento". 

"Già nei prossimi giorni - hanno aggiunto dalla Uilm - i rappresentanti dei lavoratori dovranno incontrarsi con l’azienda per verificare quale debba essere l’orario da adottare alla ripartenza delle attività. Inoltre nel medesimo incontro si discuteranno le modalità per le pulizie e le sanificazioni periodiche. L’accordo durerà fino alla fine della emergenza ed è aperto a successive modifiche da apportare sulla base delle evoluzioni della scienza e delle indicazioni delle autorità sanitarie. Costituisce la garanzia che la sicurezza deve restare al primo posto quando riprenderà la attività lavorativa, nei tempi e nei modi stabiliti naturalmente dal Governo”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ancora numeri a due cifre sui nuovi casi di positività in Valdera. Sono 31 in provincia di Pisa e 361 in tutta la regione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Angiolo Giubbolini

Domenica 25 Luglio 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità