QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°25° 
Domani 14°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 settembre 2019

Lavoro giovedì 25 gennaio 2018 ore 13:45

Piaggio, Usb al tavolo separato delle trattative

L'unione sindacale di base ha ottenuto di parlare coi vertici dell'azienda al termine dell'incontro previsto oggi con Fiom, Fim e Uilm



PONTEDERA — L'Unione sindacale di Base è intervenuta per spiegare il proprio punto di vista sulle ultime trattative tra i sindacati e Piaggio.

"Lo scorso 17 novembre si è svolto all'Unione Industriale di Pisa il primo incontro richiesto dai Fiom, Fim e Uilm per il contratto di secondo livello dopo il referendum farsa svoltosi nel luglio di quest’anno. Su richiesta di molti lavoratori, delusi dal modo in cui le segreterie confederali avevano imposto la loro volontà, come Rsu Usb eletta avevamo chiesto di poter partecipare, come uditori, a questo primo incontro".

"Nell’occasione la Piaggio impedì l’accesso al tavolo ai nostri delegati. La risposta dei lavoratori e delle lavoratrici fu compatta. Con il sostegno dei delegati Fiom (Tecce Cappellini Guezze e Zema) che si sono anch’essi rifiutati di partecipare, abbiamo dichiarato uno sciopero con assemblea all’interno dello stabilimento. Oggi 25 gennaio la Piaggio incontrerà nuovamente i sindacati confederali per il secondo incontro. La Rsu Usb ha chiesto già martedì 22 gennaio tramite comunicazione ufficiale di poter partecipare sempre come semplici uditori. La dirigenza Piaggio ci ha risposto solo ieri alle 16.30, dichiarando che verrà organizzato un tavolo separato alle 14.30 dopo che Fiom Fim e Uilm saranno usciti".

"Con il presente comunicato vorremmo denunciare queste dinamiche vergognose - hanno detto da Usb - portate avanti dai sindacati confederali. Gli stessi che in assemblea ci vengono a parlare di unità ma poi in maniera viscida e subdola escludono dal tavolo un sindacato votato dai lavoratori. Sindacati che parlano di democrazia ma poi vanno a trattare un integrativo votato solamente dal 39 per cento dei lavoratori. Un integrativo senza rivendicazioni chiare e che recepisce in toto l’ultimo contratto nazionale, quello che ci ha riportato indietro di anni rispetto alle conquiste su salario e diritti".

"In ogni caso, grazie alla spinta dei lavoratori e delle lavoratrici Piaggio, abbiamo conquistato il tavolo di trattativa e andremo avanti con determinazione affichè questo colpo di mano voluto dalle segreterie non si realizzi".



Tag

Regionali Umbria, Di Maio: «No ai partiti nella futura giunta»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

Attualità