Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:45 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità sabato 16 gennaio 2021 ore 08:53

La piscina per ora non riapre

"Non c'è sostenibilità economica e tecnica per riaprire la piscina al coperto", dice il Comune. Dimensione nuoto:"Ne prendiamo atto con rammarico"



PONTEDERA — "Nonostante gli sforzi già fatti per tenere in equilibrio un difficilissimo 2020 non vi sono le condizioni di sostenibilità economica e tecnica per riaprire la piscina al coperto se e quando le normative nazionali e regionali ci consentiranno di farlo in relazione all'andamento del contagio da covid-19."

Lo ha spiegato il Comune di Pontedera dopo un incontro avuto tra il sindaco Franconi, il consigliere delegato allo sport Montagnani e la società di gestione dell'impianto, Progetto sport.

"L'obiettivo che la società e l'amministrazione si sono dunque dati è quello di preparare ed organizzare al meglio, in piena sicurezza, la stagione estiva nell'area e nella vasca all'aperto già dalla fine di maggio, meteo permettendo", è stato ancora detto. 

"Nel frattempo continua l'approfondimento di ogni percorso finalizzato a trovare le risorse e gli strumenti possibili per dare al nuoto di Pontedera una nuova struttura moderna, funzionale alle esigenze degli appassionati efficiente dal punto di vista energetico e sostenibile dal punto di vista ambientale".

"Con estremo rammarico prendiamo atto della decisione presa da Progetto Sport soggetto gestore dell'impianto e dall'Amministrazione Comunale", è stata la risposta arrivata dopo poche ore dalla decisione da parte di Dimensione nuoto asd, società che svolge attività agonistica proprio a Pontedera.

"Decidere di non riaprire anche nel caso che il Governo riapra le Piscine non è certamente un segnale confortante per il futuro nè della nostra associazione e neppure per tutte le lavoratrici e i lavoratori che quotidianamente operano in questo impianto. 

La nostra Società per poter continuare a svolgere l'attività agonistica è costretta ormai da 2 mesi a spostarsi presso l'impianto della Gabella a Calci, sostenendo costi enormi e notevoli disagi per tutti i nostri 200 tesserati che quotidianamente devono percorrere più di cinquanta chilometri.

Purtroppo molti ragazzi hanno deciso di interrompere gli allenamenti perché non hanno genitori o parenti disponibili ad accompagnarli. Siamo convinti che lo sport rappresenti una scuola di vita e per questo faremo di tutto per resistere fino a maggio nella speranza che l'impianto della Gabella sia disponibile ad ospitarci anche in caso di una eventuale ripresa della loro normale attività natatoria". 

"Se così non fosse - continua Dimensione nuoto - ci ritroveremo in mezzo a una strada e sarebbe uno scenario catastrofico per tutti noi ed una grande sconfitta per la città. Ci auguriamo che l'Amministrazione Comunale prenda consapevolezza delle difficoltà che questa situazione provoca alla nostra associazione, ai nostri tesserati, a tutti i praticanti del nuoto ed a tutti i lavoratori che operano quotidianamente nell'impianto e che faccia tutto ciò che è nelle sue possibilità per garantire la ripresa delle attività nella vasca coperta a partire da Ottobre 2021."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità