QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Lavoro giovedì 06 ottobre 2016 ore 08:30

"Ristori? Non abbiamo annullato nessun incontro"

Simone Millozzi

Millozzi ha risposto al sindacato Usb: "Non ho mai detto che l'appuntamento era spostato a data da destinarsi e ho proposto subito tre alternative"



PONTEDERA — Queste le parole del sindaco Simone Millozzi: "Ho avuto modo di leggere il comunicato del sindacato Usb relativamente alle Officine Ristori ed all'indotto Piaggio in generale. Non ho alcuna intenzione di entrare nel merito delle rivendicazioni, dei convincimenti espressi e delle questioni di esclusiva materia, appunto, sindacale. Non posso tuttavia tacere rispetto alla chiamata in causa del Comune di Pontedera che secondo Usb avrebbe annullato l'incontro del 4 ottobre tra la conferenza dei capigruppo ed i rappresentanti dei lavoratori (chiamati alla concomitante e fondamentale riunione presso l'Unione Industriali sulla vertenza Ristori ) "a data da destinarsi"". 

"L'affermazione - ha chiarito Millozzi - è totalmente infondata poiché contestualmente alla comunicazione formale del rinvio, peraltro anticipato dal sottoscritto a voce durante la manifestazione a Montecalvoli, ho fornito alle sigle sindacali tre date alternative per recuperare l'incontro in oggetto. Voglio perfino aggiungere che proprio Usb ha prontamente confermato la propria presenza per giovedì 20 ottobre ed è dunque pacifico come l'affermazione di cui sopra sia priva di ogni fondamento e tende a trasformare in modo strumentale ed a far apparire come disimpegno quello che invece è un impegno costante, mio e dell'intero consiglio comunale di Pontedera, sui temi del lavoro e sulle battaglie dei lavoratori".

"Mi preme infine sottolineare - ha concluso il sindaco - come trasudino dal comunicato di Usb tonalità così dure ed accenti talmente polemici contro l'amministrazione pubblica ed il resto delle rappresentanze sindacali tali da minare, prima ancora della sua apertura, la valenza e la funzione di un tavolo di confronto che se non fosse partecipato da un atteggiamento di rispettosa collaborazione e da uno spirito unitario mancherebbe di veicolare l'attenzione sull'obiettivo che si pone: centrare nel merito le questioni del lavoro e dei lavoratori di Piaggio e del suo indotto. Sono peraltro piuttosto fiducioso che questa mia preoccupazione possa esser fugata negli atteggiamenti e nei fatti".



Tag

Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità