QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°20° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 22 settembre 2019

Attualità domenica 04 agosto 2019 ore 09:00

​Le rotonde crescono come i funghi - VIDEO DRONE

A pensarci bene sono la novità più importante degli ultimi, più o meno, vent'anni. Ma per costruirle bisogna anche bloccare le strade



PONTEDERA — La settimana di fuoco che ci ha portati dal luglio all'agosto e che oggi finisce ci induce il pensiero che le rotonde, o rotatorie, sono la novità più novità circolatoria degli ultimi, più o memo, vent'anni. Per la verità, in Francia o sulla costa adriatica erano nate prima ma anche Pontedera e la Valdera si sono poi svegliate nell'operazione salva incroci e ammazzasemafori, ormai ridotti al lumicino, Ovviamente, queste nostre riflessioni sulle rotonde nascono dalle lunghissime file e conseguenti pesanti proteste creatasi in questa settimana per il cantiere della nuova attesa e tribolata (ditte che si ritirano dopo aver vinto l'appalto, ricorsi alla magistratura e così via) rotatoria del Chiesino dove l'ormai tolto (e spostato) semaforo-fotografo T-Red ha fatto per anni stragi di multe. Ovviamente con altrettante e altisonanti proteste.

Fermo restante che in alcune casi le proteste sono sacrosante mentre in altri casi lo sono meno, protestare è uno sport nazionale molto diffuso e non sempre giustificato. Ma qui il discorso diventa complicato mentre le lunghe file al cantiere del Chiesino si stanno scorciando parecchio e, crediamo, si scorceranno ancora di più con l'inizio delle ferie cosiddette di massa anche se ormai lo sono molto meno rispetto a quando le città si svuotavano totalmente. 

Il complesso cantiere del Chiesino è dovuto partire dall'allargamento e tombamento del fosso che costeggia il lato sud del viale di Fornacette e anche per questo si sono prolungati i tempi, ma quando si è dovuto chiudere la strada e procedere col senso alternato, le proteste sono scoppiate. I lavori, comunque, finiranno, salvo intoppi, prima del rientro dalle ferie.

La prima rotonda della Valdera fu quella realizzata vent'anni fa da Renzo Macelloni, e pensata dall'architetto Giorgetto Giugiaro sulla allora neonata strada della Fila a sua volta costruita per evitare che il traffico pesante diretto alla discarica, allora molto contestata quanto fermamente difesa da Macelloni, non passasse da Forcoli e circondario. Le rotonde di Pontedera le 'fece' invece il sindaco Paolo Marconcini cominciando da quella all'incrocio fra via Veneto e la Tosco Romagnola. Poi ne sono venute una decina di altre, dentro e alle 'porte' della città, quasi tutte con opere artistiche che fecero discutere la città intera con feroci polemiche sull'arte cosiddetta di strada.

Tempi passati, tutto, tutto, passa, mentre fra un paio di settimane o poco più qualche giorno passerà anche il cantiere della rotatoria del Chiesino.

Traffico rotatoria chiesino Pontedera - 2 agosto 2019 sera


Tag

Atreju, Conte accolto da Giorgia Meloni: «Tu pensavi che io non venissi?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Spettacoli

Cronaca

Attualità