Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:03 METEO:PONTEDERA19°31°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 15 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Archiviata la vicenda marò: l'Italia pagherà un indennizzo da oltre 1 milione di euro all'India

Politica lunedì 27 novembre 2017 ore 16:14

Sicurezza, i punti di vista di Lega e M5s

Incontro promosso sul tema dal movimento Cinque Stelle e presa di posizione del consigliere regionale leghista Roberto Salvini



PONTEDERA — Nuovo incontro Cinquestelle dei gruppi della provincia di Pisa facenti parte del progetto “Intermeetup Lungomonte Pisano”.

L’idea è quella di condividere le competenze, coinvolgere e confrontarsi con i cittadini sugli argomenti più importanti e sentiti dalle rispettive comunità.

Il primo tema affrontato è stato quello della sicurezza, a seguito dei numerosi casi di cronaca delle ultime settimane accaduti a Pontedera.

Tanti i problemi sollevati: la mancanza della certezza della pena, la lentezza dei processi e la mancanza di fondi e personale al comparto “giustizia” 

Non sono mancate proposte e scambi di opinioni e idee. Condivisa è la tesi che - dice il M5s, "Le problematiche attuali siano dovute e volute da determinate scelte politiche nazionali, alle quali serve un deciso cambio di rotta per far si che i cittadini siano effettivamente tutelati da coloro che devono garantire la sicurezza e il controllo del territorio assicurando loro le necessarie risorse".

E’ chiaro che i cittadini non si debbano sostituire in toto alle Forze dell’Ordine nella lotta al crimine - ha affermato invece sempre sul tema sicurezza Roberto Salvini, Consigliere regionale della Lega Nord - ma è certamente auspicabile che, considerata la recrudescenza delinquenziale a Pontedera e zone limitrofe, i residenti diventino sempre più parte attiva nel segnalare tempestivamente a chi di dovere eventuali movimenti sospetti nei paraggi, ad esempio, delle loro abitazioni.”

“Il cosiddetto controllo di vicinato - prosegue il consigliere-  è, dunque utile, ma non può essere ovviamente risolutivo, poiché si dovrebbe, altresì, incrementare il numero di operatori sul territorio per cercare di contrastare, con un controllo capillare, il fenomeno della micro-criminalità.” 

“Se, poi - precisa l’esponente leghista - i malviventi, una volta fermati, stazionano in caserma per qualche ora, ma poi vengono tranquillamente rispediti a casa, ecco che l’indignazione giunge ai massimi livelli.” 

“Insomma - conclude Roberto Salvini - ben venga una maggiore attenzione da parte di noi cittadini nei confronti di potenziali malviventi, ma è comunque fondamentale potenziare le Forze dell’Ordine, costantemente alle prese, pure in Valdera, con un’atavica ed insopportabile carenza di uomini e mezzi.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una infermiera di Cisanello si è unita in matrimonio alla sua compagna. Ad officiare la cerimonia il primario del reparto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Nila Biasci nei Doveri

Martedì 15 Giugno 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità