comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:48 METEO:PONTEDERA15°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Politica mercoledì 19 agosto 2020 ore 19:30

​Valdera determinante per il futuro di Salvini ?

Matteo e Roberto Salvini

Il segretario della Lega di nuovo a Pontedera per sostenere la Ceccardi. Il risultato in provincia di Pisa avrà un peso politico molto importante.



PONTEDERA — Tutti sondaggi elettorali, a partire dal nostro realizzato da Demopolis, confermano che alle prossime elezioni regionali la Toscana è contendibile: circa tre punti percentuali di differenza a vantaggio del centrosinistra non sono un margine per sonni tranquilli. Basta infatti un fil di vento di spostamento di voti e la storica regione rossa potrebbe cambiare colore. Non solo, il risultato della Toscana non potrà che incidere sulle scelte politiche nazionali.

Il 21 settembre vincerà al primo turno la coalizione che avrà superato il 40 percento. Uno zero virgola in più o in meno rispetto a questa soglia vuol dire conquistare il premio di maggioranza e governare la Regione. Ecco allora che i voti drenati dalle liste minori, dentro o fuori dalle due coalizioni principali, diventano determinanti.

Lo sa bene il candidato presidente del centrosinistra Eugenio Giani, preoccupato che Italia Viva, il partito del suo mentore Renzi, non vada oltre il cinque per cento e venga superato da Toscana a sinistra di Tommaso Fattori. Lo sa bene la candidata presidente del centrodestra Susanna Ceccardi ed anche Matteo Salvini:  il suo omonimo toscano Roberto, ex consigliere regionale della Lega eletto in Valdera, con la sua candidatura a presidente nella lista “Patto per la Toscana - Salvini Roberto presidente” potrebbe togliergli una manciata di voti fondamentali. Il Salvini de’ noantri, come lo chiamano da queste parti, nel 2015 raccolse 5.512 preferenze e fu eletto in consiglio regionale proprio al posto della Ceccardi che, alle regionali del 2015, si fermò a quota 4.401.

Come se non bastasse, in provincia di Pisa il candidato di centrodestra più forte risulta essere non un leghista ma un esponente di Fratelli d’Italia: quel Matteo Bagnoli che, al ballottaggio per il sindaco di Pontedera, raccolse 6.438 voti.

Un risultato non brillante della Lega in Valdera potrebbe quindi compromettere una vittoria del centrodestra in Toscana e di conseguenza anche il futuro politico di Matteo Salvini. Ed allora, per non aver rimorsi, meglio fare un'altra tappa di campagna elettorale a Pontedera.

Saverio Livio Tarquinio

© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità