Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA10°13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Attualità giovedì 09 luglio 2015 ore 18:50

Premiate due ricercatrici del Sant'Anna

Antonella Rocca e Agostina Grillone riceveranno una borsa di studio per i loro lavori sulla cura del tumore. Stanno svolgendo il dottorato in città



PONTEDERA — Antonella Rocca e Agostina Grillone e la cura dei tumori. Le due ricercatrici che stanno svolgendo il dottorato a Pontedera nel Centro di Micro-Bio-Robotica in collaborazione con la Scuola Superiore Sant'Anna, sono tra le vincitrici di due borse di studio in nanomedicina del valore di 1000 euro, dedicate al Professor Salvatore Venuta per i suoi innumerevoli impegni scientifici ed accademici nel campo oncologico.

Le due giovani biologhe che lavorano entrambe sotto la supervisione di Gianni Ciofani, ricercatore al Centro dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Pontedera, si occupano di nanotecnologie, le tecnologie che lavorano sulla scala dimensionale del miliardesimo di metro, applicate alla medicina.

Antonella Rocca è una biologa che studia l'interazione di materiali innovativi con cellule staminali. Più in dettaglio, Antonella sta investigando come le proprietà di alcune nanoparticelle possano promuovere la differenziazione delle cellule staminali verso un determinato tipo di tessuto. Aspetto di fondamentale importanza nel trattamento di numerose malattie degenerative in cui si rende necessario "sostituire" parti danneggiate che non sono in grado di ripararsi autonomamente.

Agostina Grillone, anche lei biologa, si occupa invece di nanovettori biocompatibili multi-funzionali per il trattamento di tumori altamente invasivi. Grazie alle proprietà magnetiche di queste nanoparticelle si possono trasportare medicinali chemioterapici solo verso la zona interessata dal tumore, riducendo gli effetti collaterali dovuti alla chemioterapia e aumentando le percentuali di guarigione per alcune forme di tumore.

Le due ricercatrici saranno premiate in occasione della conferenza internazionale “Nanogagliato 2015” (dal 24 al 30 luglio) a Gagliato (Catanzaro). I filoni di ricerca sviluppati dai due giovani talenti si inseriscono nelle numerose attività di ricerca scientifica nel campo della nanomedicina applicata alla cura e alla diagnosi dei tumori dell'Istituto Italiano di Tecnologia e della Scuola Superiore Sant’Anna.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

GIALLO Mazzola