QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 16 dicembre 2019

Attualità mercoledì 05 giugno 2013 ore 13:50

Radici “invadenti”, il Comune risarcisce il danno



I pini della scuola invadono la proprietà altrui danneggiando il pavimento di un garage. Il municipio è costretto a risarcire il danno

Pontedera – Tutta colpa dei pini. Anzi, delle radici. Proprio a causa di queste “invadenti” diramazioni sotterranee il Comune di Pontedera ha dovuto risarcire per danni due donne residenti in piazza Garibaldi e pagare loro 4000 euro. Nel corso degli anni, le due comproprietarie dell’immobile posto accanto ai pini della scuola elementare Curtatone Montanara si erano viste danneggiare tutto il pavimento del garage dalle radici degli alberi. Così, nel 2009 le due donne hanno chiesto e ottenuto un sopralluogo dei tecnici comunali al quale è seguita poi una richiesta di risarcimento danni al Municipio. La risposta dell’amministrazione comunale in prima istanza però non fu a loro favore. Il danno lamentato dalle due proprietarie dell'immobile, secondo i tecnici, era provocato da un lento fenomeno naturale e non dalla scarsa manutenzione da parte del personale operativo dell’ente. Un danno che non sarebbe stato coperto nemmeno dall’assicurazione del Comune, perché al di fuori delle garanzie della polizza. Le due donne però, non si sono date per vinte e certe della loro ragione hanno deciso di intentare una causa citando il Municipio innanzi al Giudice di Pace, per richiedere un risarcimento di danni materiali stimato in 4750 euro. Il lento iter giudiziario è andato avanti per tutto il 2012 e inizio 2013. Alla fine, a maggio scorso, il Comune di Pontedera ha proposto un accordo riconoscendo la responsabilità del danno e ha pagato alla controparte il risarcimento proposto di 4000 euro. Cifra per metà risarcita dalla compagnia assicurativa e per l’altra metà dalle casse comunali. Dopo quattro anni il contenzioso si è risolto, le parti hanno scelto la via dell'accordo, le due signore sono state risarcite e soprattutto il Comune ha riconosciuto che, alcune volte, non basta falciare e potare, ma occorre anche dare un’occhiata a quelle radici che invadono e danneggiano la proprietà altrui.


Tag

Cosa vedeva Santori dal palco e le proposte delle sardine

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Sport

Cronaca