QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°17° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Cronaca giovedì 24 luglio 2014 ore 11:07

Rapina al distretto, preso il responsabile

I militari che hanno eseguito l'arresto. Al centro il colonnello Brancadoro e il capitano Antonio Trombetta
I militari che hanno eseguito l'arresto. Al centro il colonnello Brancadoro e il capitano Antonio Trombetta

Ai carabinieri di San Miniato sono bastate poche ore per rintracciarlo. Aveva già speso mille euro in vari divertimenti in bar e locali della zona



SANTA CROCE — Sono bastate poche ore di indagini per i carabinieri della compagnia di San Miniato, del nucleo radiomobile e della stazione di Santa Croce sull'Arno coordinati dal comandate Antonio Trombetta, per fermare il rapinatore che aveva assaltato il locale distretto sanitario armato di un cacciavite nella giornata di mercoledì e con il volto coperto da una casco riuscendo ad appropriarsi di 7.700 euro. I carabinieri lo hanno rintracciato nella nottata verso le 2 di giovedì 24 luglio in una conceria abbandonata in via della Pelle. Si tratta di un 51enne originario del sud Italia V.C. le sue iniziali, da anni residente a Santa Croce sull'Arno, ma attualmente senza fissa dimora. I militari grazie alla testimonianza delle persone presenti al distretto sanitario di Santa Croce al momento della rapina, sono riusciti a capire chi era l'autore del colpo e lo hanno atteso dove solitamente dormiva, infatti nel rudere industriale hanno trovato anche effetti personali del malvivente. Si tratta di una persona che in passato aveva già avuto a che fare con le forze dell'ordine. 

Quando i militari lo hanno interrogato alla fine è crollato e ha raccontato di aver nascosto il denaro in un parco pubblico vicino al municipio di Santa Croce sull'Arno. Al bottino mancavano circa mille euro che il 51enne aveva già speso a Fucecchio e Empoli in divertimenti di varia natura. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Pisa, al Don Bosco di Pisa in stato di fermo, in attesa che il gip convalidi gli arresti. 


© Riproduzione riservata



Tag

Maltempo, fiumi di fango per le strade di Matera

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità