QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°32° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 24 giugno 2019

Cronaca martedì 13 maggio 2014 ore 18:44

Residenti e commercianti: "Vogliamo il semaforo acceso anche la notte"

L'incrocio Fuori dal Ponte
L'incrocio Fuori dal Ponte

"In estate due o tre incidenti ogni mese". All'incrocio Fuori dal Ponte serve più sicurezza stradale, ma nessuno ascolta le richieste dei cittadini



PONTEDERA — Ora i residenti e i commercianti si sono stancati di vivere su un incrocio pericoloso. Sarà perché la stagione estiva è alle porte o per il costante aumento del traffico anche nelle ore notturne, ma all'incrocio tra viale Italia, via della Colline e via Vittorio Veneto all'inizio del quartiere Fuori dal Ponte, secondo chi lavora e vive nella zona il semaforo deve rimanere acceso 24 ore su 24, anche nel periodo notturno, quando si verifica la maggior parte degli incidenti. Ad avanzare la richiesta per una volta sono commercianti e residenti tutti insieme che in varie occasioni si sono rivolti al comune, senza ottenere niente. Insomma serve uno strumento che durante la notte rallenti i veicoli, perché sempre più spesso gli automobilisti vi sfrecciano a folle velocità senza preoccuparsi del fatto che stanno transitando su incrocio pericoloso e gli incidenti si susseguono con cadenza regolare. Ad aggravare la cosa il fatto che vi sono anche due locali che rimangono aperti anche la notte e le auto rischiano di travolgere gli avventori che attraversano la strada. Alle volte gli automobilisti sono andati a sbattere anche contro i palazzi, ma a quanto pare lasciare il semaforo acceso durante la notte è una una questione troppo complicata per il Comune di Pontedera.

“E' molto pericoloso, le macchine la notte passano velocemente, talvolta non controllando neanche se arriva qualcuno – spiega Sandro Marzocchini, residente nella prima casa di via Vittorio Veneto – poi con l'arrivo della bella stagione gli incidenti tendono ad aumentare. Quando il semaforo comincia a lampeggiare il pericolo è dietro l'angolo – aggiunge Marzocchini – spero che le autorità facciano qualcosa al più presto. Tante volte ho temuto che fosse una scossa di terremoto invece era solo l'ennesimo incidente e l'ennesima macchina che picchiava nel mio palazzo”.

“E' un problema anche di visibilità – sostiene Fiorella Bassoni, dal 1982 gestore de La Pescaccia uno dei locali che si trova sull'incrocio - da viale Italia non si vede chi sopraggiunge da via delle Colline, c'è un'aiuola con dei cespugli non tagliati che coprono completamente la visuale. Negli ultimi anni gli incidenti si sono ripetuti – continua Bassoni – in estate ci sono almeno due o tre scontri tra automobili ogni mese, sempre di notte, quando i locali sono aperti”.

“Per risolvere il problema - dice Luca Meini responsabile del locale The Liver Bird, noto come il pubbino - basterebbe tenere il semaforo funzionante tutta la notte, sarebbe una soluzione molto semplice e probabilmente efficace”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Politica

Cronaca

Politica