QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Lavoro domenica 24 novembre 2013 ore 13:30

Sciopero generale, possibili disagi nel trasporto pubblico

Lunedì 25 serrata sindacale per Ctt Nord. Geofor sospende il porta a porta e alcuni comuni non garantiscono il trasporto scolastico



VALDERA — Domani, lunedì 25 novembre, i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno indetto uno sciopero generale di quattro ore per tutte le categorie pubbliche e private. Alla serrata aderiranno anche i dipendenti dell'azienda del trasporto pubblico Ctt Nord delle province di Pisa e Livorno, che in una nota stampa spiegano il perché. “Dal primo di ottobre l’azienda ha unilateralmente applicato ai lavoratori un contratto che ha diminuito gli stipendi di 200-250 euro al mese, ha tolto la cassa assistenziale sanitaria, i premi economici legati alla fedeltà aziendale, i circoli ricreativi e un maggior numero di riposi annuali per chi lavora tutti i giorni dell'anno”.
I sindacati lamentano una cattiva gestione della Ctt Nord, la cui privatizzazione avrebbe prodotto disservizi per gli utenti e passivi per 600mila euro al mese, debiti che sarebbero andati a pesare non sui dirigenti ma sui lavoratori del trasporto pubblico locale. Lo sciopero di domani però è rivolto a tutte le categorie, per questo anche la Geofor ha reso nota la sospensione della raccolta porta a porta dei rifiuti nelle zone dove la effettua. L'azienda di Gello assicura che durante tutta la giornata saranno comunque garantiti i servizi pubblici minimi ed essenziali. In alcuni comuni della Valdera, come ad esempio Buti, non sarà effettuato neppure il trasporto scolastico per evitare che i bambini arrivino a scuola senza avere la supervisione dell'insegnante che ha aderito allo sciopero.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità