QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°22° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 18 settembre 2019

Politica giovedì 04 giugno 2015 ore 14:30

"Sindaco perché non firmi la Carta etica?"

Alessandro Puccinelli, Lista civica indipendente

Da otto mesi il Consiglio comunale ha ratificato l'adesione, ma Millozzi e la giunta non hanno sottoscritto. Anche Rossi l'aveva caldeggiata



PONTEDERA — Perché il sindaco e la giunta non aderiscono alla Carta di avviso pubblico nonostante l'invito di tutto il Consiglio comunale?”. E' la domanda che si fanno da otto mesi Alessandro Puccinelli e gli altri esponenti della Lista civica indipendente, che spiegano: “La Carta di Avviso Pubblico è un codice etico di comportamento degli amministratori locali, diretta derivazione della Carta di Pisa, nata come decalogo di prevenzione della corruzione, del malaffare, delle mafie e della cattiva amministrazione. Per questo, fin dall'inizio la Lista Civica Indipendente l'ha sottoscritta, promossa e proposta in Consiglio Comunale. Abbiamo atteso a dopo le elezioni per questo richiamo perché crediamo seriamente in ciò che sosteniamo, scevri da strumentalizzazioni e demagogie. Ricordiamo come lo stesso governatore Rossi (Pd) abbia chiesto a tutti gli eletti di aderire al codice etico per la politica. La Lista civica indipendente rivolge quindi un accorato invito al Sindaco Millozzi affinché cessi di temporeggiare e firmi subito la Carta. Glielo chiede (glielo impone) tutto il Consiglio Comunale. Altrimenti abbia il coraggio di spiegare pubblicamente il motivo per cui si rifiuta di sottoscrivere un codice etico contro la corruzione e il malaffare”. 

Gli esponenti di minoranza ricostruiscono i passaggi della vicenda: “Nell'ultima campagna elettorale per le Comunali, tutti i candidati l'hanno firmata, con l'unica grave defezione del sindaco Simone Millozzi. Noi però, testardi e volenterosi, l'abbiamo riproposta nel Consiglio comunale del 30 settembre scorso, insieme a tutte le altre opposizioni. E, con viva soddisfazione, abbiamo avuto l'appoggio dell'intero Consiglio con una mozione approvata all'unanimità, a firma di tutti i capogruppo, con la richiesta esplicita al sindaco e a tutti i consiglieri di aderirvi. Da allora sono passati 8 mesi, ma nulla è successo. Incredibilmente, il sindaco e la giunta hanno ignorato il volere del Consiglio comunale evitando di sottoscrivere la Carta”.

Sono due gli aspetti che Puccinelli & Co evidenziano: “Da un lato non possiamo che sottolineare la grave scorrettezza istituzionale e la violazione delle prerogative di indirizzo del Consiglio, con una lesione alle regole democratiche che ci stupisce e ci preoccupa. Dall'altro, troviamo incomprensibile questo ostinato e persistente rifiuto ad aderire a un documento che sancisce le modalità di un corretto e trasparente approccio alla vita pubblica”.  



Tag

Arresti negati per Sozzani (FI): in aula alla Camera è caos

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Cronaca

Sport