Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PONTEDERA13°26°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

GIALLO Mazzola giovedì 22 giugno 2023 ore 07:00

Il mare fuori, il mare dentro

“Il mare è come una grande biblioteca, ricca di storie da scoprire”, così recita un proverbio svedese.



PECCIOLI — E infatti dentro al mare si nascondono molti racconti da narrare, soprattutto vari intrecci tra la psiche di chi l'omicidio lo compie e di chi invece lo indaga.

“Un mare liscio come l’olio. È un luogo comune ma rende l’idea. Alle cinque del mattino, l’Adriatico è un liquido immobile disteso lungo il litorale. Non un’increspatura agita l’orizzonte. Tutto è fermo: acqua, cielo, spiaggia… Solo quando gli arriva vicino, capisce che non è un pesce. È un corpo. Di donna. E respira ancora”. Il mare che viene, il mare che va. In un mattino di primavera, dunque, la bassa marea consegna alla spiaggia di Borgomarina un corpo di donna su cui investiga Andrea Muratori, detto Mura, giornalista in pensione aiutato da tre amici. Enrico Franceschini scrive Bassa marea (Nero Rizzoli, 2019).

Quel che la marea nasconde di Maria Oruna (Ponte alle Grazie, 2022), nuova regina del crime spagnolo, è proprio questo: di certo un omaggio agli enigmi della “camera chiusa”, quegli omicidi inspiegabili per cui più che l'assassino si ricerca il modo in cui sia stato possibile uccidere, ma anche e soprattutto la riflessione su dei personaggi come la vittima e la protagonista, capaci di evolversi psicologicamente nell’arco del romanzo e delle indagini svolte. Come poteva immaginare Valentina Redondo, tenente della Guardia Civile, che quello strano crimine contro un’altra donna, che avviene in mezzo mare in una cabina chiusa dall’interno e che comincia con un grido strozzato, avrebbe di nuovo capovolto la sua vita, mettendo ancora in subbuglio la sua anima? Un giallo vecchio stile, che parla anche di femminismo, ecologia e classi sociali è questa la perfetta macchina letteraria messa a punto da Maria Oruna.

In una giornata di metà settembre, il mare restituisce i corpi di due giovani, da poco fidanzati. Sembra una tipica fatalità accaduta dopo una gita in barca, eppure le risposte dell’autopsia sui due cadaveri dimostrano che qualcuno ha voluto ucciderli. Perché? Gabriella Genisi decide che spetterà al commissario Lolita Lobosco, assetata di giustizia e appassionata di tacchi a spillo e buona cucina, nel romanzo Mare Nero (Sonzogno, 2016), scoprire la verità su questo caso senza esimersi dal tuffarsi letteralmente nelle profondità del suo mare.

In Maremma, nell'esclusiva pineta della Gualdana, c'è un villaggio turistico di lusso: centocinquanta villette popolate, nella stagione balneare, da gioiellieri, artisti, nobili e politici, e da pochi residenti stabili, personaggi raffinati che sanno apprezzare la pace della pineta fuori stagione e il fascino del libeccio. Della stessa pace vorrebbe godere anche Aurelio Butti, maresciallo dei locali carabinieri, ma insoliti avvenimenti mandano all'aria i programmi di tutti, soprattutto i suoi... Enigma in luogo di mare (Mondadori, 1991) è un raffinatissimo giallo costruito attorno a una splendida rete di personaggi, nel quale si intersecano storie di ieri e di oggi, “Al suo ritorno, peraltro, pur ritrovando il secchiello, doveva constatare che il figlio, un bambino di venti mesi era davvero sparito…”. Si tratta di un romanzo che dimostra ancora una volta la sapiente leggerezza di Fruttero & Lucentini, l’ultimo loro romanzo scritto a quattro mani, forse il più appassionante.

Nel suo moto incessante il mare prende la vita e restituisce storie. Tocca a noi essere pronti a narrarle!

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

CONSIGLI DI LETTURA:

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con Parole Guardate, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (compresi la domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo Speaker’s corner, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 è stato organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo Dieci piccoli detective: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività della Biblioteca gli incontri del Circolo dei Lettori, il corso di scrittura dal titolo: Storia a tinte gialle, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che si è incentrato sul giallo storico, in dieci appuntamenti che si sono tenuti da novembre a febbraio. Sono stati pubblicati su Quinewsvaldera i racconti ideati dai partecipanti al corso di scrittura tenuto da Andrea Marchetti. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca ha potuto partecipare a Studiare senza stress, tre incontri dedicati al potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio, tenuti dal docente Stefano Intini.

Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, abbiamo avviato Librarsi, un’iniziativa condotta dalla psicologa e psicoterapeuta Rachele Bindi, legata alla Libroterapia, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno. Nell’ambito del maggio dei libri, la Biblioteca ha ospitato un laboratorio di lettura ad alta voce a cura di Vania Castelfranchi e Marco Zapparoli dal titolo Poesia in voce.

Per settembre sono in cantiere numerose iniziative! Seguiteci


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico paralizzato lungo la Strada di Grande Comunicazione tra Pontedera e Montopoli in direzione Firenze: Vigili del Fuoco al lavoro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Elezioni