Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PONTEDERA12°23°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

GIALLO Mazzola giovedì 06 luglio 2023 ore 08:00

Un' estate da brividi

La torbida estate è già cominciata e gli efferati delitti con essa.



PECCIOLI — “Tre per tre. Qui dicono che la regola sia questa: tre giorni di scirocco, tre volte l’anno… L’ultima volta è durato quattro giorni e mezzo. Sono cose che si notano. Voglio dire se vai in giro immerso a 40 gradi, con una temperatura percepita di 49 gradi e un phon bollente perennemente sparato addosso, ci fai caso, se sono tre giorni o quattro e mezzo”. Conosci l’estate? (Sellerio, 2020) ci domanda Simona Tanzini riprendendo le strofe soavi del cantautore Fabrizio De André nel Sogno di Maria per scandagliare nel suo primo romanzo i temi della colpa e dell’innocenza. Nel pieno di un’ondata di scirocco muore strangolata Romina, una ventenne di buona famiglia. È immediatamente sospettato Zefir, un popolarissimo cantautore con cui la ragazza usciva e Viola, la giornalista personaggio principale del romanzo, vaga per tutti i luoghi coinvolti dal crimine, conducendo la sua vita movimentata in una assolata Palermo, curiosando nelle case e nelle giornate di ogni tipo di gente alla ricerca dell’assassino, ma soprattutto della parte oscura che porta dentro a sé stessa...

“Tutta una famiglia uccisa a bastonate”: nella campagna romagnola si consuma un delitto selvaggio e crudele, nauseante persino per il periodo dell’immediato dopoguerra, durante la prima estate libera dal fascismo. Un’estate che doveva essere meno torbida, ma che invece è ancora ricca di violenza. Carlo Lucarelli scrive il romanzo L’estate torbida nel 1991, riedito poi nel 2017 per i tipi di Einaudi. Dopo la caduta della Repubblica di Salò, la Seconda Guerra Mondiale finisce e il commissario De Luca riesce a sfuggire alla vendetta dei partigiani; infatti, pur avendo lasciato la sezione speciale di polizia politica (la famigerata Legione Autonoma Mobile Ettore Muti) per divenire commissario dei normali servizi di sicurezza, il suo nome compare tra quelli dei criminali fascisti da eliminare. Nella sua fuga verso sud, tra Bologna e Ravenna, De Luca viene intercettato da Leonardi, un giovane brigadiere della polizia di un paesino; quest'ultimo lo riconosce per averlo già visto quando De Luca era all'apice della sua carriera, conosciuto come il più brillante investigatore della polizia italiana. Leonardi invece di denunciarlo, coinvolge il commissario nella ricerca del colpevole che ha sterminato a bastonate un'intera famiglia. Le indagini diventano sempre più rischiose per De Luca che è costretto a dare supporto al giovane brigadiere Leonardi, scoprendo una serie di crimini innescata da regolamenti di conti politici e conclusa da un'imperdonabile leggerezza del colpevole.

La lunga estate calda del Commissario Charitos (Bompiani, 2007) è un romanzo dello scrittore greco Petros Markarīs, pubblicato nel 2006 in Grecia e nel 2009 in italiano. È il quarto romanzo della serie dedicata al commissario Kostas Charitos, che ha ricevuto un ottimo successo di pubblico in Italia. Caterina, la figlia del commissario, ha terminato il suo dottorato in legge e per festeggiare decide di partire in vacanza a Creta assieme al suo fidanzato Fanis. Un gruppo di terroristi, che vorrebbe riportare la Grecia ai valori militari del Regime dei Colonnelli del ‘67, decide però di dirottare il traghetto su cui sono imbarcati, e per Charitos e sua moglie Adriana è l'inizio di un incubo: subito volano a Creta per seguire da vicino le operazioni di liberazione degli ostaggi. Mentre i politici, l'esercito e gli stati maggiori della polizia portano avanti le complesse trattative con i terroristi il commissario è però richiamato ad Atene dove un misterioso killer, che si fa chiamare “l'assassino dell'azionista di riferimento”, ha iniziato ad uccidere dei giovani attori legati al mondo della pubblicità. Si tratta di un intrigo ambientato in un’Atene spettrale e insidiosa, che solo l’ironia e la sagacia del Commissario Charitos potranno dipanare.

Come canta il cantautore Francesco Guccini “soffiasse davvero quel vento di scirocco/e arrivasse ogni giorno per spingerci a guardare/dietro alla faccia abusata delle cose/nei labirinti oscuri delle case/dietro allo specchio segreto d' ogni viso, dentro di noi...”. La lunga calda estate è dunque lo scenario più adatto per ambientare i delitti, quando lo scirocco svela il volto oscuro della realtà.

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

CONSIGLI DI LETTURA

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con Parole Guardate, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (compresi la domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo Speaker’s corner, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 è stato organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo Dieci piccoli detective: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività della Biblioteca gli incontri del Circolo dei Lettori, il corso di scrittura dal titolo: Storia a tinte gialle, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che si è incentrato sul giallo storico, in dieci appuntamenti che si sono tenuti da novembre a febbraio. Sono stati pubblicati su Quinewsvaldera i racconti ideati dai partecipanti al corso di scrittura tenuto da Andrea Marchetti. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca ha potuto partecipare a Studiare senza stress, tre incontri dedicati al potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio, tenuti dal docente Stefano Intini.

Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, abbiamo avviato Librarsi, un’iniziativa condotta dalla psicologa e psicoterapeuta Rachele Bindi, legata alla Libroterapia, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno. Nell’ambito del maggio dei libri, la Biblioteca ha ospitato un laboratorio di lettura ad alta voce a cura di Vania Castelfranchi e Marco Zapparoli dal titolo Poesia in voce.

Oggi pomeriggio giovedì 6 luglio 2023, presso la Biblioteca Fonte Mazzola e all’interno del programma della diciannovesima edizione del Festival 11Lune a Peccioli, la presentazione di Cose spiegate bene. Colpo di Teatro (Iperborea, 2023) con Luca Sofri e Alessio Boni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno