QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 25 gennaio 2020

Cronaca martedì 19 luglio 2016 ore 18:34

"Ogni tanto i toscani vanno affogati"

Federico Canicci e Beau Solomon

Le frasi di un testimone avvalorano la riapertura dell'inchiesta sulla morte del toscano Federico Carnicci e il collegamento con il delitto Solomon



ROMA — C'e un testimone-chiave  nelle morti per affogamento nel Tevere dell'artista di strada pontederese Federico Carnicci e di Beau Solomon, lo studente scaraventato nel fiume da un senzatetto.

Nell'istanza di riapertura delle indagini presentata dalla famiglia di Federico si fa riferimento a un testimone al quale Massimo Galioto, arrestato per l'omicidio di Beau, avrebbe confidato in tempi non sospetti di aver affogato due persone nel Tevere.

Nel corso della stessa conservazione, antecedente al delitto Solomon, Galioto avrebbe pronunciato la frase: "Ogni tanto i toscani vanno affogati"

Queste dichiarazioni sono al vaglio del titolare dell'inchiesta della procura romana sulla morte di Beau e potrebbero riaprire anche il caso Canicci. Ma c'è anche un secondo testimone a cui a Federico Carnicci avrebbe raccontato di aver litigato con Galioto e un terzo senzatetto per un furto subito da Federico nella sua tenda.



Tag

Grillo: "Manovra economica interessante, fatto buon lavoro nonostante le critiche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Lavoro

Attualità