QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°26° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 23 agosto 2019

Politica domenica 01 febbraio 2015 ore 08:00

​Un consiglio comunale aperto su Piaggio e indotto

La richiesta arriva da Rifondazione Comunista Pontedera che critica il presidente Rossi dopo il vertice con Colaninno: “Prima doveva incontrare gli operai”



PONTEDERA — Rossi e il Pd, prima di confrontarsi con Colaninno avrebbero dovuto incontrare i lavoratori, ascoltarli e sentire le loro esigenze, estremamente semplici, ovvero avere garantito un lavoro stabile e sicuro, sia nello stabilimento sia nell'indotto che negli anni hanno pagato pesantemente le scelte di delocalizzazione operate dalla Piaggio”. Così Rifondazione Comunista Pontedera critica il vertice che il presidente della Regione ha tenuto alcuni giorni fa con il numero uno della fabbrica della Vespa.

“Il fatto che ci siano rassicurazioni sui livelli occupazionali nello stabilimento di Pontedera non ci basta – scrivono i comunisti in una nota stampa – si tace su altre questioni importanti e trascurate dalla politica del Pd. Salta agli occhi – precisano – la dimenticanza o volutamente ignorata questione dell’indotto e dei suoi lavoratori”. In particolare il partito pontederese si riferisce alla vicenda delle Officine Ristori, al trasferimento all’estero di alcune lavorazioni e alla questione dei part-time verticali e del lavoro precario nello stabilimento di Pontedera.

Ferma la posizione e decise le richieste di Rifondazione. “Chiediamo che quanto prima, se si ha a cuore la situazione dei lavoratori e dell’indotto – concludono nella nota – venga svolto un consiglio comunale aperto a Pontedera sulla questione Piaggio e indotto”.

Solidarietà poi, da parte di Rifondazione, ai 40 lavoratori che giorni fa hanno ricevuto una lettera di avvertimento da parte di Piaggio per le troppe assenze.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Spettacoli