QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°20° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 20 agosto 2019

Attualità giovedì 06 novembre 2014 ore 18:51

Vicenda Ristori, lavoratori soddisfatti

Assemblea stamani, coi sindacati, nello stabilimento di Montecalvoli. Continua il presidio. Le spettanze di ottobre e il commento della Fiom



SANTA MARIA A MONTE — Vicenda Ristori. Traspare un moderato ottimismo tra i lavoratori e le organizzazioni di categoria dopo l’accordo raggiunto ieri in Regione.

Stamani, nel corso di un’assemblea dei 139 dipendenti e dei sindacati che si è tenuta a Montecalvoli, si è discusso dell’intesa e di tutto ciò che essa comporterà in questa prima fase e per i mesi a venire.

Di certo c’è che i lavoratori hanno accettato le condizioni contenute nell'accordo tra sindacati e azienda.

Resterà il presidio almeno fino a quando non arriveranno di fatto i bonifici delle spettanze di ottobre, tolti ovviamente i giorni di sciopero.

Lunedì quindi dovrebbe esserci la ripresa dell’attività lavorativa nello stabilimento di Montecalvoli.

Dice Fabio Carmignani, esponente della Fiom che ha seguito da vicino l’intera vicenda: “Il buon risultato finora raggiunto è opera prima di tutto dei lavoratori, che con sacrificio e tanta tenacia, hanno portato avanti una battaglia importante per la difesa dell’occupazione. Il nostro obiettivo è quello di attivare il contratto di solidarietà, che prevede il pagamento dell'80% dello stipendio. Un ammortizzatore sociale che consente di salvaguardare il salario al restante della forza lavoro di cui l'azienda non ha più bisogno. Ristori ha preso l’impegno di non effettuare licenziamenti collettivi e è questa la nostra vittoria più grande”.

“Per quanto riguarda le spettanze pregresse – rileva ancora Carmignani – saranno inserite all'interno del piano di concordato. Sul fronte della mensilità di novembre, ci incontreremo con la proprietà il prossimo 20 novembre per verificare l'esistenza delle condizioni per un pagamento anticipato alla fine del mese invece che il 12 dicembre”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità