QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°20° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 22 settembre 2019

Attualità domenica 20 novembre 2016 ore 09:49

"L'amministrazione sottovaluta la sicurezza"

Il monito è stato lanciato da Marrica Giobbi consigliera comunale della Lega nord: "La gente ha paura e si sente insidiata"



VICOPISANO — La consigliera d'opposizione Marrica Giobbi è intervenuta sul problema sicurezza nel territorio vicarese: "Un’amministrazione che sottovaluta il problema della sicurezza e per questo dal 2011 ad oggi ha evitato di completare il programma di sorveglianza del territorio, mancante da San Giovanni alla Vena fino a Caprona. L’ha ritenuto così irrilevante, da non averlo inserito neanche nel programma elettorale. Si pensa magari al proselitismo clientelare e si tralasciano le utilità". 

"Con i furti perpetrati e tentati nel corso della settimana a Uliveto e nei dintorni - ha ripreso Giobbi - nelle prime ore della sera, la gente ha paura e si sente insidiata". La consigliera ha fatto degli esempi: "Gli assessori al sociale, prima Ferrucci nel 2013 e poi Bertini nel 2016, senza riflettere sugli insediamenti rom in località Mezzaluna, sul confine con Caprona, senza eccepire alcunché, li hanno approvati a scatola chiusa in ambito della Società della Salute senza capire, ma a questo punto mi chiedo se ne avevano le capacità, che avrebbero potuto danneggiare i propri cittadini, che hanno accuratamente evitato d’informare della bella prospettiva. I carabinieri di San Giuliano, nel campo rom abusivo che si era installato, hanno più volte sequestrato refurtiva proveniente dalla zona". 

Giobbi ha parlato delle strade che i ladri possono prendere per fuggire: "Da Mezzaluna ad Uliveto la distanza è breve. Ci si può venire anche in bicicletta e fuggire col favore delle tenebre, visto che da più di un anno è al buio una buona parte della ciclopedonale che porta al frantoio di Caprona. A Caprona si quadruplicano le vie di fuga: verso Zambra, Calci, Mezzana, o Campo e la scelta è anonima, non viene ripresa da nessuna telecamera per scelta della Giunta". 

"Un insediamento - ha rimarcato Giobbi - quello in località Mezzaluna costato duecentomila euro, di cui quarantamila finanziati dai comuni che aderiscono alla Società della Salute, che si occupa tanto di rom e poco delle emergenze abitative degli italiani. Fatto sta che da quando a Mezzaluna ci sono i rom, Uliveto e dintorni sono stati intensamente visitati. Ora che il patatrac è stato confezionato, cosa fanno il sindaco Taglioli e l’assessore alla sicurezza Taccola per difendere soprattutto il loro territorio, visto che sono di Uliveto? Chiacchiere, promesse, fumo negli occhi. Fatti zero! Facciano vedere con atti documentati le iniziative che hanno preso con la Prefettura, che non può esistere soltanto come agenzia di collocamento di clandestini richiedenti un asilo che viene concesso se non in irrilevanti percentuali". 

La consigliera ha concluso: "Di fronte ad una politica fallimentare che non ha saputo investire in sicurezza, che non ha istituito il vigile di quartiere, che non fa effettuare pattugliamenti notturni ai vigili perché: “Non ci sono i soldi”, ma non esista a spenderli per sostenere di tutto punto ad esempio l’associazione Urbino Taccola in progetti la cui priorità è discutibile, o per i progetti di Cittadinanza attiva, che possono passare in second’ordine rispetto all’imperativo categorico di garantire la dovuta tranquillità a gente impaurita, che teme visite sgradite nelle proprie case, di fronte a queste sacrosante esigenze collettive disattese, li invito a dimettersi e a dedicarsi ad altre occupazioni".



Tag

Atreju, Conte accolto da Giorgia Meloni: «Tu pensavi che io non venissi?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Spettacoli

Cronaca

Attualità