QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°16° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 16 dicembre 2019

Politica giovedì 09 ottobre 2014 ore 17:02

Volterra e Lajatico devono collaborare

Dopo i cartelli con l'indicazione "Pontedera" la rotatoria della Sterza finisce nelle polemiche tra Valdera e Volterra



LAJATICO — Dopo aver rimosso i cartelli che indicavano la direzione di Pontedera per gli automobilisti che arrivano a Volterra, ora la polemica gli amministratori del Colle etrusco e la Valdera si sposta sulla rotatoria a La Sterza, che verrà inaugurata sabato prossimo e che non piace agli amministratori volterrani disappunto che era già stato dimostrato in passato. Sulla questione interviene con una lettera aperta l'assessore al turismo e sviluppo economico del Comune di LajaticoStefano Paperini. La missiva è al sindaco Buselli,  

Prendo carta e penna per scriverLe questa lettera, con la passione, la vicinanza ed il rispetto che da quarant'anni mi accomunano al territorio di Volterra ed ai suoi cittadini.

Oggi, nella veste di amministratore di un comune limitrofo al suo, vengo a proporLe una plausibile visione più attenta e concertata, dedita allo sviluppo del territorio che abbracci alcuni principi inscindibili dello sviluppo economico, turistico e sociale dei nostri Comuni.

Lajatico e l'Alta Valdera si sentono vicini e pronti a condividere alcuni temi forti di sviluppo di questa area, soprattutto alla luce del nuovo assetto territoriale della provincia che, con l'elezione di nuovi organi politici, vedrà Volterra, la Val di Cecina e l'Alta Valdera carenti di rappresentanti nei ruoli istituzionali.

Quindi, più che mai, avremmo necessità di progettare politiche condivise di area che garantiscano sviluppo e sinergie tra individui pubblici e privati. Lei, ha rappresentato nei modi e nei termini politici-istituzionali il suo dissenso, dalla realizzazione del progetto di messa in sicurezza della frazione di La Sterza con la realizzazione della rotatoria e di una prima tratta di marciapiedi, dissenso legittimo ma usato, secondo me, in maniera dissonante e non produttivo per il suo territorio.

Il nostro territorio riceve da questo progetto, un punto di partenza importante che vedrà ultimato tra pochi mesi il completamento dell'intero tratto di marciapiedi sulla tratta stradale della frazione della Sterza, dove investimenti importanti sono avviati (l'assessore fa riferimento all'asilo anni, Strutturale Privata Polivalente) ed altri progetti di conversione edilizia saranno a breve iniziati per un totale complessivo di lavori appaltati che si aggira su 8 milioni di euro.

Oggi, più che mai, abbiamo necessità di superare certi inutili polemiche, con la volontà di condividere idee e progetti di area che garantiscano sviluppo concreto e di qualità.

Pertanto, siamo a proporre, nel proseguimento di uno sviluppo di area, al fine di una crescita turistica-economica, una progettazione che riguardi il proseguimento della messa in sicurezza della strada regionale 439 fino al Bivio della Bonifica, confine strutturale tra l'Alta Valdera e la Val di Cecina e costruire una rotatoria che garantisca sicurezza ed intercetti i flussi turistici con lo scopo di informarli ed indirizzarli nelle giuste mete della Val di Cecina e del nostro territorio.

Pronti ad intraprendere forme di collaborazione condivise, ringrazio per l'attenzione prestata e porgo cordiali saluti”.



Tag

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, Fosson si dimette da presidente: «Totalmente estraneo ai fatti»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Cronaca

Attualità