Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PONTEDERA15°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità giovedì 21 luglio 2022 ore 14:18

Aree interne, Alta Valdera e Alta Valdicecina candidate

Lo ha reso noto la vicepresidente della giunta della Toscana, Stefania Saccardi, sentita nella commissione presieduta da Marco Niccolai



VOLTERRA — La commissione regionale per il sostegno, la valorizzazione e la promozione delle aree interne della Toscana, presieduta da Marco Niccolai (Pd) ha tenuto lunedì 18 Luglio un’audizione della vicepresidente della giunta della Toscana, Stefania Saccardi, in merito alle linee di indirizzo e ripartizione del fondo della montagna 2022 e per un aggiornamento sul confronto con il Governo sulle aree Snai (Strategia nazionale aree interne).

La Toscana, in particolare, ha presentato le candidature per altre tre nuove aree Snai: “Zona Amiata Val d’Orcia, Amiata grossetana e colline del Fiora; alta Valdera, alta Val di Cecina, colline metallifere e Val di Merse; Val di Chiana senese. “Il presidente Giani ha scritto una lettera per ottenere l’accoglimento di tutte e tre le candidature”. Il riconoscimento “è fondamentale, perché al di là dei finanziamenti statali permetterà l’inserimento di quelle aree nel programma Fesr, che ha risorse allocate per quasi cento milioni di euro, e consentirà di accedere a questi fondi europei”.

Sulle aree interne, Stefania Saccardi ha quindi richiamato la delibera del 13 Giugno scorso, con la quale la Giunta “dà una serie di indirizzi, per proseguire le strategie del periodo 2014-20 anche nel ciclo ’21-27 riguardo alle tre zone già riconosciute (Unione dei Comuni montani del Casentino e Unione dei Comuni della Valtiberina; l’area che ha come capofila l’Unione dei Comuni della Garfagnana e che comprende Lunigiana, Mediavalle del Serchio e Montagna Pistoiese; l’area che ha come capofila l’Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve e che comprende anche Mugello e Valdibisenzio). Si tratta di aree della Toscana distanti dai grandi centri di urbanizzazione, dove si conduce la realizzazione di progetti territoriali tesi a sviluppare le potenzialità interne secondo la strategia nazionale, per invertire e migliorare le tendenze demografiche in atto in queste aree. Al centro di questa strategia, sanità, istruzione e mobilità. Per queste aree, inoltre, “il Governo renderà disponibile un milione e 600mila euro a sostegno di politiche antincendio boschivo”.

Nel nuovo disegno del Governo, qualche Comune è stato intanto eliminato dalla vecchia classificazione delle aree interne: “Siamo intervenuti per cercare di farlo modificare, nella previsione iniziale sarebbero usciti circa cinquanta Comuni toscani”. Attualmente, “nell’area Lunigiana-Garfagnana media valle e Appennino Pistoiese escono dall’attuazione della Snai Aulla e Marliana; nell’area Valdarno, Val di Sieve escono Pontassieve, Pelago, Rignano, Carmignano e Reggello. Escono solo per le strategie future, le progettazioni già approvate rimangono, e l’esclusione riguarda solo la Snai, non altri finanziamenti europei e dunque l’incidenza sarà francamente minima”, spiega la vicepresidente.

Per quanto riguarda le aree montane, invece, oltre ai 2milioni di euro stanziati dalla Regione, sono in arrivo 6,7milioni del fondo statale sviluppo montagna

Il presidente Niccolai accoglie con soddisfazione “le tre nuove candidature per aree Snai, che recupera i territori rimasti esclusi nella programmazione 2014-20”. La consigliera Elena Rosignoli (Pd), espressione della Val di Chiana senese, ritiene che “sarebbe un bel traguardo recuperare le tre nuove aree al finanziamento Snai” e ipotizza “la possibilità di rifinanziare con una parte dei 6,7milioni del fondo statale la legge regionale sulla montagna varata dal Consiglio regionale che prevede agevolazioni contributive per le assunzioni o per chi decide di restare e aprire un’attività in montagna”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle piazzole di sosta della strada che da Pontedera porta in Alta Valdera un cittadino ha segnalato la presenza di rifiuti ingombranti abbandonati
DOMANI AVVENNE
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura