QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°19° 
Domani 12°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 20 settembre 2019

Lavoro martedì 18 giugno 2013 ore 15:20

Pont-tech, economia controcorrente



Il bilancio 2012 chiude con una crescita del 10% rispetto all’anno precedente. Nel consorzio entra anche l’Unione Valdera Pontedera – Novità al vertice e un bilancio 2012 decisamente controcorrente rispetto alla situazione di crisi economica generale. E’ la realtà di Pont-tech, il consorzio a maggioranza pubblica fondato nel ’96 per sostenere i processi di ricerca industriale e il trasferimento tecnologico delle aziende, con sede a Pontedera. Tra le novità di quest’anno l’entrata nel consorzio dell’Unione dei Comuni della Valdera e dell’Unione Industriale pisana, come riconoscimento di un’attività che scardina i confini territoriali dei comuni e che riesce a sostenere le impresa anche nei momenti di crisi. Segno di una crescita costante è stato la chiusura con segno positivo del bilancio 2012, una tendenza che si rinnova per il terzo anno consecutivo. Pont-tech ha chiuso con un attivo netto di 48mila euro, registrando un incremento rispetto al 2011 del 10,1%. I ricavi sono aumentati complessivamente del 12% raggiungendo la soglia di oltre un milione e 400mila euro. Una chiusura decisamente positiva per il consorzio di via Rinaldo Piaggio, che nel 2012 ha rinnovato il protocollo d’intesa triennale con Regione Toscana, Provincia di Pisa, Comune di Pontedera, Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna per lo sviluppo di progetti di mobilità sostenibile attraverso energie pulite e rinnovabili. Un esempio è stato il progetto 2007-2012 Savia, sistema di alimentazione di veicoli a idrogeno e ammoniaca, la cui buona riuscita permetterà di riportare in Italia dopo ben 13 anni l’evento Small engine technology conference, che si svolgerà a Pisa nel 2014. “L’obiettivo è quello di costruire un polo strategico nel settore dei motori e della mobilità – dichiara il presidente di Pont-tech Riccardo Lanzara – lavoreremo per incanalare le competenze di imprese e ricercatori del territorio nella direzione di una crescita dal punto di vista progettuale e strategico”. Uno sviluppo costante e grandi prospettive per il futuro insomma, che inizieranno a concretizzarsi già da settembre con l’integrazione in Pont-tech di Pontlab, il laboratorio di analisi su materiali chimici, tessili e prototipazione, che inaugurerà la nuova sede proprio all’interno dell’incubatore di via Pontedera e che avvierà un progetto per il riciclo e riutilizzo della plastica.


Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica