QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°13° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Politica giovedì 18 luglio 2013 ore 13:05

Santa Maria a Monte si allontana dall’Unione Valdera



La giunta Parrella si sente più legata alla zona del Cuoio e lascia le gestioni associate di gare d’appalto, polizia locale, suap e Tavola della Pace Santa Maria a Monte – Via dalla gestione associata di polizia locale, suap, servizi alle imprese, Tavola della Pace e gare d’appalto dell’Unione Valdera. È questo ciò che la giunta Parrella annuncerà nella prossima seduta del consiglio comunale di Santa Maria a Monte prevista il prossimo 22 luglio. “Come amministrazione – ha spiegato il sindaco in una nota stampa – proponiamo di recedere dalla gestione associata dell’Unione dei Comuni della Valdera di quei servizi che tradizionalmente dal punto di vista storico e territoriale sono sempre appartenuti all’area del Valdarno”. Una riprova di questa vicinanza al Comprensorio del Cuoio sta nel fatto che per gli sportelli unici integrati fin dal 2002 Santa Maria a Monte ha stipulato una convenzione con i Comuni di Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto, Montopoli, San Miniato e Fucecchio. Il comune della Rocca si defilerà quindi dalla gestione in forma associata della polizia locale. Secondo il sindaco Ilaria Parrella, Santa Maria a Monte si colloca ai margini della Valdera, ha peculiari caratteristiche territoriali e quindi per poter meglio garantire la sicurezza dei cittadini ha bisogno di gestire autonomamente questo servizio. Una gestione autonoma inoltre è prevista dalla giunta comunale anche per quanto riguarda le gare d’appalto per lavori, forniture e servizi di modo da rispondere meglio e con più tempestività alle esigenze dell’ente. “In consiglio comunale – conclude poi il sindaco Parrella – verrà discusso anche il recesso dalla Tavola della Pace. Visto il particolare momento storico di crisi e povertà diffusa si ritiene più opportuno destinare le risorse della quota di adesione ad esigente sociali contingenti”.


Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro