QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Politica lunedì 09 giugno 2014 ore 18:30

​Autodromi, partono…le polemiche

Il manifesto del 2004 della presentazione del progetto

L'opposizione critica l'intervento del sindaco di Peccioli sull'ipotesi di riprendere il vecchio progetto dell'impianto automobilistico a Villa Monti



PECCIOLI — “Ci pare una boutade promozionale, un annuncio al limite del disperato per attirare l’attenzione sul progetto Fondi Rustici e il tentativo in corso di finanziarne la realizzazione. In pratica l’ennesimo cartellone pubblicitario”. Bollano così, gli esponenti della lista Progetto Comune Marianella Marianelli e Franco Cavallini l’intervento del sindaco di Peccioli Renzo Macelloni che nei giorni scorsi ha rimesso sul tavolo della Valdera il progetto del kartodromo autodromo di Villa Monti.

Per il gruppo di opposizione, infatti, oltre al modo in cui il primo cittadino è intervenuto a mezzo stampa, molti sono i dubbi sul progetto in sé. Progetto Comune chiede direttamente a Macelloni se la società Impianti Sportivi Villa Monti fondata oltre dieci anni fa non sia adesso in liquidazione, ma anche se il progetto non sia in contrapposizione con quello di Pardossi e se il sindaco si sia confrontato o meno con Capannoli e Terricciola, un tempo possessori di una quota della società assieme a Peccioli. “Dopo aver fatto una campagna elettorale all’insegna del risparmio, definendo faraonico il nostro programma solo perché volevamo realizzare biblioteca e centro culturale – si chiedono Marianelli e Cavallini – chi finanzierà l’opera in tempi di revisione della spesa pubblica e patto di stabilità?”.

Polemiche politiche a parte però, il progetto esiste davvero e stava per partire. Risale a circa dieci anni fa, quando venne creata la Impianti Sportivi Villa Monti Spa, una società a capitale misto pubblico privata partecipata al 26 per cento dal Comune di Peccioli (sindaco Macelloni) assieme ai Comuni di Capannoli (sindaco Franchi) e Terricciola (sindaco Sanavio), ma anche dall’Aci di Pisa e da un facoltoso gruppo di privati appassionati di automobilismo, tra cui il Ferrari Club di Santa Croce sull’Arno. Un tracciato di 1231 metri su un terreno di 30 ettari alle porte della “discarica d’oro” di Legoli, fra Castelfalfi e Ghizzano, in località appunto Villa Monti. Uno spazio destinato alla pratica di sport auto motociclistici, a livello amatoriale e agonistico come gare di karting, ma candidato a diventare anche sede per corsi di guida sicura, test e collaudi di vetture e moto di serie, prove di sicurezza stradale, area per pratica ed esami della Motorizzazione o delle forze dell’ordine.

Intorno al 2011 poi, questo ambizioso progetto, per usare il gergo automobilistico, si fermò per un lungo pit stop dovuto a una questione tecnica d’interpretazione di una norma regionale sulla possibilità di realizzare o meno un impianto simile in un’area agricola. Stop che però non ha mai cancellato il progetto, previsto anche da una variante urbanistica e adesso riportato in auge dal neosindaco di Peccioli, intenzionato ad approfondire la possibilità concreta di realizzazione del tracciato che potrebbe essere di supporto al progetto Fondi Rustici.

Vedremo, dunque, se a livello locale si troverà un accordo tra le amministrazioni comunali o se invece anche in Valdera si svilupperà una querelle sulla pista più lunga come adesso accade per gli aeroporti di Pisa e Firenze.



Tag

Si assentava dal posto di lavoro, arrestato il sindaco di Scalea

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cultura

Attualità

Attualità