Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:08 METEO:PONTEDERA18°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video messaggio di Mihajlovic al tifoso aggredito a Crotone: «Svegliati presto, così verrai a trovarci»

Attualità mercoledì 09 marzo 2022 ore 18:15

La Valdera accoglie i primi profughi ucraini

La sindaca Buti accoglie i tre ragazzi ucraini in sala consiliare
Foto di: Foto Facebook

Anche a Buti arrivano i primi cittadini in fuga dalla guerra. Nel Comune del palio sono tre ragazzi, mentre a Palaia tre donne e tre bambini



BUTI — La Valdera della solidarietà apre le braccia. Dopo i moltissimi aiuti e le donazioni raccolte per la popolazione ucraina, adesso i Comuni sono pronti a fare il passo successivo, accogliendo chi scappa dalla guerra e cerca riparo in un posto sicuro. 

A Buti, per esempio, saranno accolti tre ragazzi: Kateryna, Polina e Damian. "Ancora una volta, dopo gli anni '90, quando furono accolti i ragazzi di Chernobyl, Buti si trova ad accogliere, questa volta a causa di una guerra, ragazzi ucraini - hanno spiegato dall'amministrazione - la nostra speranza è che molto presto possiate ricongiungervi alle vostre famiglie e che questo incubo assurdo finisca, ma fino ad allora e quando lo vorrete, Buti sarà la vostra casa".

Nel Comune del palio, i ragazzi sono giunti grazie all'aiuto di Olena Kovish e di Francesco Balatresi, cittadini butesi che pochi giorni fa hanno viaggiato fino in Polonia per aiutarli.

Anche a Palaia, come annunciato dal sindaco Marco Gherardini, sono state accolti tre bambini e tre donne provenienti dall'Ucraina. "Con l’aiuto di una loro familiare da tempo in Italia, è stato possibile dialogare e capire le necessità di queste persone, le cui vite sono state improvvisamente sconvolte dal conflitto in atto - ha spiegato - ringrazio il movimento Shalom che, in accordo con la Prefettura e con il supporto dell’amministrazione, si occuperà del percorso di accoglienza".

"Grazie anche a tutte le associazioni della Consulta del volontariato, già impegnate nella raccolta di generi di prima necessità per i profughi in fuga - ha concluso - possibile donare direttamente nelle nostre botteghe, al supermercato e nelle farmacie".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune ha aderito alla campagna di sensibilizzazione. Appositi cartelli stradali invitano gli automobilisti a fare attenzione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca