QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°29° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 17 giugno 2019

Attualità mercoledì 06 maggio 2015 ore 09:45

Cala la Tari, ma ognuno deve comprarsi i sacchi

Per scongiurare gli aumenti in bolletta causati dalla Circolare Orlando, il Comune ha rinunciato al servizio di distribuzione svolto dalla Geofor



PONSACCO — La bolletta della Tari calerà dell'8 per cento, ma ogni cittadino dovrà preoccuparsi di comprarsi da solo i sacchetti per l'immondizia. E' questa la piccola rivoluzione che la giunta Brogi ha deciso di mettere in atto per scongiurare i sicuri aumenti in bolletta che la Circolare Orlando provocherà a breve un po' in tutta Italia.

"La volontà del Comune - ha spiegato l'assessore Emanuele Turini - era di contenere la tariffa sui rifiuti, abbiamo visionato i costi su cui potevamo agire e abbiamo individuato questo aspetto, anche per far capire ai cittadini che il servizio di distribuzione dei sacchi finora garantito da Geofor aveva un costo per tutti in bolletta". 

L'escamotage che porterà un risparmio e permetterà ai cittadini di pagare tante buste quante effettivamente ognuno consuma, viene quindi attuato rinunciando al servizio di distribuzione dei sacchi svolto dalla Geofor che al Comune, e di conseguenza ai contribuenti, costava circa 240mila euro all'anno.

Da ora in poi, quindi, toccherà a ogni singolo cittadino, negozio e attività acquistare dai commercianti di paese o nei supermercati della zona le buste per l'immondizia.

In particolare, per le utenze domestiche, per l'organico sarà necessario comprare un normale sacchetto biodegradabile trasparente o semitrasparente, per il multimateriale leggero uno azzurro trasparente o semitrasparente e per l'indifferenziato uno grigio sempre trasparente o semitrasparente. Per la carta occorrerà procurarsi uno scatolone, mentre per i pannolini servirà munirsi di un sacco giallo acquistabile anche in farmacia.

Le utenze non domestiche, la carta la dovranno raccogliere in una busta di carta o in un sacco trasparente, l'organico in un salvabidone e l'indifferenziato in un sacco grigio trasparente o semitrasparente.

Le nuove utenze dovranno recarsi all'ufficio Geofor in municipio, mentre le nuove non domestiche dovranno andare direttamente alla sede di Gello.

Inoltre dal 15 maggio, gli sfalci e le potature non potranno più essere buttati insieme all'organico, ma dovranno essere conferiti direttamente al centro di raccolta, dove ogni utente riceverà in cambio uno sconto sulla bolletta oppure si potrà contattare il Comune per ricevere in comodato d'uso gratuito un biocompost.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità