QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Attualità lunedì 06 giugno 2016 ore 16:30

Una passerella senza fiori, una ferita per tutti

Sul ponte pedonale che attraversa il canale Emissario sono stati rubati i vasi con le piante seminate e cresciute dai ragazzi del progetto H Verde



CALCINAIA — Un gesto di inciviltà che ha colpito tutta la comunità. Le fioriere, curate dai ragazzi che fanno parte del progetto H Verde, sono state saccheggiate, sono spariti i vasi con le piante seminate e cresciute dalle persone diversamente abili del territorio, coinvolte in un percorso di crescita e formazione promosso dalla Misericordia fornacettese.

Una spiacevole situazione che può essere però l’occasione per ribadire quanto di bello c’è dietro quei fiori che adornano il paese: “H Verde è un progetto di floricoltura pensato per ragazzi e ragazze diversamente abili del nostro territorio – hanno detto i volontari -. Il suo obiettivo è quello di favorire la loro integrazione all’interno della comunità, tramite la cura e la decorazione di alcune aree verdi adottate in accordo e con la collaborazione dell’amministrazione comunale. Purtroppo non è la prima volta che l’iniziativa viene colpita da atti vandalici. La prima vittima è stata la serra attrezzata in cui, tempo fa, svolgevamo le nostre attività di giardinaggio. Ladrocini e gesti barbarici ci hanno costretto, purtroppo, a cambiare ubicazione. Adesso ci troviamo a fronteggiare una nuova brutta vicenda che ci amareggia profondamente. Si tratta infatti di una ferita inflitta all’intera comunità, e, in particolar modo, ai ragazzi di H Verde”.

“Ciò che è accaduto nel cuore di Fornacette – ha precisato il sindaco di Calcinaia, Lucia Ciampi - è un fatto di estrema gravità. Non tanto per il valore economico della refurtiva, quanto per quello che quei fiori rappresentano. Quelle piante sono infatti l’espressione di un percorso di crescita, relazione e formazione che giovani con disabilità affrontano giorno dopo giorno. Rappresentano il frutto del loro impegno e del loro lavoro, gratuitamente donato a tutti noi. L’auspicio è che questo deprecabile episodio possa trasformarsi in un’occasione per accendere i riflettori sull’alto valore dell’esperienza di H Verde, che desideriamo vedere presto rifiorire, ancora più bella, sulla passerella del Canale Emissario”. 



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità