Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:20 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 09 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Sport giovedì 28 gennaio 2021 ore 12:30

Alberto e la sua passione per il trail running

Alberto Cappello vive a Sant'Ermo e ha cominciato a correre per amicizia. Ora non riuscirebbe più a rinunciare al suo hobby



CASCIANA TERME LARI — Si chiama Alberto Cappello, è nato a Castelfranco Di Sotto 52 anni fa, per poi trasferirsi a Casciana Terme e infine nella frazione di Sant’Ermo, da nove anni.

“Mi sono trasferito qui perché innamorato di queste meravigliose colline, ma soprattutto della Madonna dei Monti, dove ci sono una vista meravigliosa e dei colori intensi diversi ad ogni tramonto – dice Alberto – e dove non posso fare a meno di passare ogni volta che mi alleno, praticamente tutti i giorni”.

La sua passione? Il trail running, da quando, sei anni fa, il suo amico Pasquale gli chiese di fargli compagnia alla 100 chilometri del “Passatore" da Marradi a Faenza, per gli ultimi 38 chilometri.

Fu amore a prima vista! Alberto che fino ad allora aveva sempre giocato a pallone a livello agonistico, quella sera stessa mollò gli amici a cena, salutò tutti e partì per Marradi e poi per Faenza e da allora correre è diventata una passione che Alberto non si sognerebbe mai e poi mai di abbandonare.

Alberto è tesserato Fidal e corre per il Gruppo podistico Parco Alpi Apuane con presidente Graziano Poli.

Ha un sogno in fondo al cuore, Alberto, quello di partecipare alla UTMB ( Ultra trail du Mont Blanc ) Monte Bianco.

Sette gare, 10 mila atleti provenienti da tutto il mondo, un appuntamento annuale a Chamonix per una competizione internazionale di èlite per questa disciplina e dove non basta essere bravi ma anche fortunati, perché oltre al raggiungimento del punteggio, è necessario essere sorteggiati.

Abilità e fortuna quindi, entrambe indispensabili per partecipare a questo evento.

Alberto ha raggiunto il punteggio e non gli resta che sperare di udire il suo nome durante il sorteggio che ci sarà a dicembre.

I suoi ultimi due punti li ha conquistati a Trieste, al Trail Corsa della Bora, di 42 chilometri, con 980 metri di dislivello, del 9 e 10 gennaio 2021.

“Il vento gelido e fortissimo a 75/ 80 km orari mi aveva gelato le mani – dice Alberto – le raffiche di vento freddissimo mi sferzavano il viso, la temperatura era scesa a meno tre gradi e nei primi dodici chilometri non riuscivo a rompere il fiato. Ho sbagliato strada per due chilometri – continua Alberto – ce l’ho messa tutta per tenere duro e non mollare a nessun costo, e quando ho sentito che mancava un solo chilometro all’arrivo, mi sono emozionato, i miei occhi si sono riempiti di lacrime e ho pianto a dirotto quando sono passato sotto lo striscione del traguardo, ce l’avevo fatta! 42 chilometri in 3 ore e 40 con il risultato di undicesima posizione assoluta e secondo nella categoria. Ho sfidato me stesso e per la prima volta la bora – conclude Alberto – tra i panorami mozzafiato e una temperatura gelida, ce l’avevo fatta!"

Alberto Cappello lavora alla Geofor come operatore ecologico e alle 5,30 del mattino comincia già la sua giornata. Ma nonostante il lavoro e l’orario duro, si allena quasi tutti i giorni, percorrendo in media dagli 80 ai 100 chilometri a settimana.

Non lo ferma il vento, non lo ferma la pioggia e neanche la neve e men che meno il sole: i suoi allenamenti cominciano dopo il lavoro, alle 13.40 di ogni giorno.

Come tutti gli atleti deve limitarsi anche a tavola, ma Alberto non sente nessun sacrificio, perché come dice lui stesso, il sacrificio non esiste quando la passione è totale.

Alberto ha partecipato a tantissime gare ottenendo ragguardevoli risultati. E domenica prossima riparte, per la Ronda Ghibellina di oltre 25 chilometri

E se ad Alberto resta un po’ di tempo libero, organizza eventi sportivi e gioca a tennis.

E’ proprio il caso di dire che Alberto si merita quel bacio della dea bendata per sorteggiato e partecipare all’UTMB Monte Bianco, il suo sogno.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS