comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:56 METEO:PONTEDERA12°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 30 ottobre 2020
corriere tv
Ferrara, Sgarbi in piazza con i commercianti che insultano Conte

Cultura domenica 03 maggio 2020 ore 06:30

Flavia Menicucci, la sua vita in un libro

Falvia Menicucci

Flavia, lavaianese, si racconta in un libro, un messaggio di speranza per tutti coloro che stanno lottando contro il male e per aiutarli a rinascere



CASCIANA TERME LARI — Flavia Menicucci è una giovane donna, appena trentasettenne, messa a durissima prova dalla vita, ma portatrice di una grande forza, una forza che con il suo libro vuole trasmettere a tutti coloro che lottano con il male, per aiutarli a rinascere.

Livornese di nascita e lavaianese di adozione, si è laureata in lingue e letterature straniere (inglese e spagnolo) nel 2009 con la specialistica in linguistica teorica e applicata.

Flavia lavora come impiegata in una multinazionale di import/export livornese, e dice di amare molto il suo lavoro.

E’ venuta ad abitare a Lavaiano con il compagno nel 2011, “un paesino di campagna, tranquillo e a metà strada dai rispettivi posti di lavoro” – dice Flavia – in una casa acquistata dalla coppia con molti sacrifici e che a loro è sempre piaciuta molto.

Nel 2013 i due si sposano, vivono una vita tranquilla e serena, e cominciano a pensare di avere un figlio.

Flavia poi anche se è sempre stata una persona molto timida, ha sempre avuto una predisposizione per i bambini, specialmente se deboli e introversi.

Fin da quando era lei stessa una bambina e frequentava l'asilo aiutava sempre i più deboli e quelli che spesso venivano messi da parte dagli altri, così che trovando in lei uno speciale conforto si sentivano protetti, e si affezionavano moltissimo.

Ma, nel 2016, racconta Flavia, la tremenda notizia: le viene diagnosticato un brutto male e il sogno di diventare mamma deve essere rimandato.

Una diagnosi che costringe Flavia a sottoporsi a due interventi chirurgici e a controlli costanti.

Durante la malattia Flavia comincia a scrivere, per sfogarsi e per aiutare sé stessa a combattere il male e continuare a vivere.

La donna dopo qualche anno esce dall’incubo e rimane incinta; “una conferma che i miracoli esistono” – dice Flavia.

Ma le avversità, per lei,  non sono finite: nasce Giulio, un bambino di 24 settimane ed 1 giorno, di appena 590 grammi, che da solo non ce la fa.

Giulio deve affrontare sei mesi di terapia intensiva neonatale e dieci interventi.

Ma fortunatamente è un bambino forte come la mamma, e resiste.

Giulio è un piccolo guerriero – dice Flavia – dato per spacciato alla nascita fa progressi ogni giorno, ed è sempre qui con noi”.

Flavia ha scritto tutto nel suo libro, intitolato “La forza dell’arcobaleno” diviso in tre parti: la malattia, la prematurità e la rinascita/ vittoria.

E’ un libro autobiografico che racconta il travaglio della giovane donna ma che come dice l’autrice, vuole essere soprattutto di conforto, di speranza e di stimolo per coloro che soffrono e lottano per la vita, un messaggio di fiducia, perché si può guarire anche dalla più oscura delle malattie .

Il libro sarà presentato a breve, appena la situazione sanitaria lo permetterà.

Il ricavato servirà per le cure di Giulio e non solo – dice Flavia – se le vendite lo permetteranno – ci sarà anche spazio per una beneficienza.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità